VIDEO, il Palermo gioca la partita più importante: il Presidente Giammarva in Tribunale per smontare le accuse della Procura…

Il Presidente Giovanni Giammarva è arrivato in Tribunale nell’auspicio di confutare con l’ausilio dei legali del club gli elementi alla base dell’istanza di fallimento depositata dalla Procura…

Commenta per primo!

La partita più importante per il Palermo di Maurizio Zamparini.

Oggi, Giovedì 7 dicembre 2017, la gara si gioca in Tribunale. Il big match di domenica prossima contro il Bari diviene quasi un evento secondario, poiché la posta in palio oggi in aula è certamente molto più alta.

(VIDEO, Istanza di fallimento Palermo Calcio: al via la prima udienza, l’arrivo del Presidente Giammarva in Tribunale)

Il collegio presieduto dal giudice delegato Giuseppe Sidoti dovrà oggi valutare la fondatezza dell’istanza di fallimento depositata dalla Procura di Palermo in Tribunale nei confronti del club rosanero. Sotto la lente di ingrandimento l’effettiva esposizione debitoria della società, stimata dai periti della Procura in circa 70 milioni di euro complessivo, e la famosa questione della Mepal, società detentrice di licenza e diritti del marchio e controllata dal Palermo, ceduta a sua volta alla società anonima lussemburghese Alyssa facente parte del gruppo Zamparini.

(Coronado: “L’istanza di fallimento? Siamo concentrati sul campo, dobbiamo tornare in Serie A”)

Cessione che avrebbe consentito al club di realizzare una plusvalenza di circa 18 milioni, utile a colmare le perdite in bilancio. Un’ottimizzazione di bilancio di prassi tra molti club della massima serie e perfettamente lecita secondo il patron friulano. Operazione torbida e poco chiara che potrebbe nascondere il gene delle gravi ipotesi di reato ascritte ai soggetti indagati secondo il parere della Procura di Palermo.

(Palermo, istanza di fallimento: i conti del club ai raggi X, ecco le carte in mano alla Procura…)

Sarà compito, non facile, del team di legali che tutelano gli interessi del club e del presidente in carica, Giovanni Giammarva, smontare le accuse e dimostrare, documenti alla mano, solidità e solvibilità finanziaria della società unitamente a trasparenza e regolarità negli esercizi di bilancio. Non riuscirvi significherebbe aprire di fatto la procedura fallimentare con il profilarsi di scenari inquietanti sul piano economico e sportivo. Regna tuttavia serenità e fiducia nell’ambiente societario. Da Zamparini a Giammarva al direttore sportivo Fabio Lupo: tutti convinti che il Palermo ha tutte le carte in regola per ridimensionare la portata della questione e confutare ogni ipotesi di reato sia di natura amministrativa che penale.

(Palermo, la partita doppia del club di Zamparini: domani prima udienza per scongiurare il fallimento. Scenari e ripercussioni sul mercato…)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy