LA TIFOSA SPECIALE DI EDINSON La nonna di Cavani tifa Uruguay con la maglia rosanero del Palermo

LA TIFOSA SPECIALE DI EDINSON La nonna di Cavani tifa Uruguay con la maglia rosanero del Palermo

Per Aldris María Guglielmone, nonna di Edinson Cavani, il più bel regalo per il giorno dei nonni (festa consueta nei paesi sudamericani, ndr) è veder giocare suo nipote Edinson.

Commenta per primo!

Per Aldris María Guglielmone, nonna di Edinson Cavani, il più bel regalo per il giorno dei nonni (festa consueta nei paesi sudamericani, ndr) è veder giocare suo nipote Edinson con la maglia della nazionale. L’Uruguay dopo la bella vittoria per 3-0 con il Sudafrica è ad un passo dalla qualificazione. Intervistata da “El Diario Pais” si è raccontata a 360°, ma quando si parla di suo nipote un largo sorriso di fierezza si stampa sul viso di Doña Perla, così come viene chiamata da queste parti. “Averlo visto giocare contro il Sudafrica – racconta la signora Guglielmone – è stato motivo d’orgoglio. Ha avuto qualche occasione durante l’ultima partita, incluso una che era quasi un gol – poi ride – un urlo strozzato in gola. E’ un angelo e sempre si preoccupa per la mia salute. Ogni volta mi dice: mi raccomando nonna , è molto bravo. L’ultima maglia che mi ha regalato è quella rosa del Palermo, quando tonerà a casa mi regalerà quella della nazionale. Sono felice che stia riuscendo in Italia. Desiderava tornare dove era stato suo nonno tanti anni fa. Quello che sta facendo in Sicilia è un omaggio a suo nonno che per molti anni ha lavorato duramente in Sicilia”. Il calcio è parte fondamentale di questa famiglia, il padre di Edinson, chiamato “El gringo”, ha un lungo passato in molte squadre uruguaiane di prima divisione e qualche presenza in nazionale. “Ma non dimenticatevi – continua Doña Perla – che ho quattordici nipoti e quattro bisnipoti. Edinson non è l’unico giocatore della famiglia, c’è anche Fernando Guglielmone che gioca in Russia. Quando mi parlano di Edy e Nando mi cade una lacrima perché sono troppo lontani e non riesco a vederli da troppo tempo”. (Foto El Pais)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy