Mourinho: “Neymar vale 222 milioni, ma gli altri? Grazie Pazzini, ti devo il triplete. Mi manca la Serie A”

Mourinho: “Neymar vale 222 milioni, ma gli altri? Grazie Pazzini, ti devo il triplete. Mi manca la Serie A”

Lo Special One è stato intervistato dal Secolo XIX dopo l’amichevole di Old Trafford tra Sampdoria e United. Il tecnico del triplete ha parlato di Neymar, del calcio di Giampaolo e di quel gol di Pazzini che ha fatto perdere lo scudetto alla Roma regalandolo ai nerazzurri.

Commenta per primo!

I complimenti di Mourinho sono qualcosa che non capita di sentirsi recapitare tutti i giorni, per questo farà ancora più piacere ai tifosi della Sampdoria sapere cosa il tecnico dello United pensa della prestazione che i blucerchiati hanno offerto a Old Trafford in occasione dell’amichevole di mercoledì.

 

“La Samp è stata perfetta – ha dichiarato Mourinho al Secolo XIX –, è una squadra equilibrata e ha fatto quanto mi aspettavo. Per noi non è stato solo un ottimo test ma il più utile che abbiamo fatto in questo pre campionato perché quello che ci servirà più per crescere. Non mi ha colpito niente, sapevo cosa avrei trovato ed è stato un piacere trovarlo: la Sampdoria ha il gioco di Giampaolo che è la scuola tattica e la cultura calcistica italiana. E’ merito di Marco, un allenatore preparato oltre che un amico e fa giocare così tutte le sue squadre. Per questo dopo la partita l’ ho ringraziato, perché appunto sfidare squadre così aiuta i tuoi giocatori a migliorare. È un fatto di tattica ma anche di aggressività sotto con trollo, di intensità. E poi la capacità di cambiare il modo di giocare durante la partita. L’ abbiamo fatto sia noi che loro ma noi avevamo più giocatori adatti, con tutto il rispetto per i blucerchiati, quindi doppio merito a Giampaolo per averlo fatto senza stravolgere l’ undici a inizio ripresa. Per questo motivo sono certo che la Sampdoria farà ancora un ottimo campionato. Lo penso e glielo auguro. Per non parlare di loro (indicando gli spalti). Li ricordavo già così ma è bello ritrovare la loro passione incredibile. Li avete sentiti come cantavano? Ed erano niente rispetto ai nostri. Amazing. L’affetto italiano? L’ Italia è un pezzo di casa mia e l’ esperienza all’Inter è ancora dentro di me. Mi manca la Serie A e le sue persone, è stato bello, emozionante.

GRAZIE PAZZINI – Il tecnico portoghese ha un ringraziamento speciale per la Sampdoria e per un ex giocatore dei liguri, Giampaolo Pazzini. “Se devo dire la verità quando penso alla Samp il primo pensiero è per un Giampaolo che non è Marco: Pazzini. Se non era per lui non lo vincevamo il Triplete (sorride). Quindi mi manca Pazzini, mi manca il suo gol di Roma, ancora oggi lo ringrazio”.

NEYMAR E POGBA – L’ultima battuta l’ex allenatore dell’Inter lo dedica al trasferimento dell’estate, quello di Neymar al PSG. “Non è stato strapagato, Neymar vale quei soldi come li valeva Pogba quelli che abbiamo speso – ha spiegato Mourinho –. Ciò che mi spaventa sono le conseguenze di queste cifre che alzeranno quelle di giocatori che non sono così campioni”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy