Lazio-Sampdoria, Giampaolo: “Gol di Saponara? C’è una giustizia divina. Il rigore…”

Lazio-Sampdoria, Giampaolo: “Gol di Saponara? C’è una giustizia divina. Il rigore…”

Il tecnico dei blucerchiati ha parlato al termine della gara contro i biancocelesti

Pareggio spettacolare tra LazioSampdoria.

blucerchiati erano passati in vantaggio grazie alla rete di Fabio Quagliarella ed erano riusciti a mantenere il risultato fino al 79′, quando Francesco Acerbi aveva riportato il risultato in parità. Al minuto 96biancocelesti sembravano aver agguantato la vittoria con la rete di Ciro Immobile, ma tre minuti dopo Riccardo Saponara ha superato Strakosha con uno splendido pallonetto realizzando il 2 a 2 finale.

Al termine del match il tecnico del club ligure, Marco Giampaolo, ha parlato ai microfoni di Sky Sport parlando della prestazione dei suoi uomini: “Abbiamo fatto un gran primo tempo contro una squadra molto forte. Nel secondo tempo siamo calati, abbiamo subito l’uno contro uno, ma abbiamo sofferto sempre con un certo ordine. Sarebbe stato un peccato perdere, la Samp mi è piaciuta. È un punto che mi soddisfa, perdere sarebbe stato un peccato. Ho dei dubbi sulla punizione assegnata, forse c’era un fallo su Andersen. Anche sul rigore ho qualche dubbio. Le partite non si possono decidere al 95’ per questi dettagli, poi c’è una sorte divina che ci premia col gran gol di Saponara. C’è una giustizia divina, meritavamo il risultato. È un giusto premio per la capacità dei ragazzi di saper soffrire, tutto rapportato allo spessore dell’avversario. È un lavoro difficile, di psicologia fine, i risultati devono aiutarti. Le dinamiche sono tante, quando ho la Samp in salute so di potermela giocare, anche se la mia squadra è inferiore. Poi ci sono dei momenti in cui non riesci a limare quel gap. Lo scorso anno ci è capitato di vincere con le grandi e di perdere con le squadre sulla carta inferiori a noi, la regolarità di fare un certo tipo di prestazioni alla lunga può regalare soddisfazioni. Siamo abituati a fare risultati importanti con grandi squadre. In un campionato così equilibrato la continuità può premiare qualcuno“.

Su Riccardo Saponara: “So di avere due calciatori forti in quel ruolo lì, questa sera avevo bisogno inizialmente di fisicità, di grandi corse perché la Lazio ha queste caratteristiche. Avevo pianificato di farlo entrare quando i ritmi sarebbero scesi. Ho due calciatori che hanno delle caratteristiche diverse e che sono funzionali, oggi Ramirez mi era più utile dall’inizio, ma Saponara ha fatto un gran gol. Il gol l’ho rivisto nello spogliatoio, ero già andato via per rivedere l’azione del rigore. In quel momento non ero lucido per fare niente“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy