Viareggio Cup, Palermo-Inter 3-1: La Gumina show, il commento a fine primo tempo

Viareggio Cup, Palermo-Inter 3-1: La Gumina show, il commento a fine primo tempo

Il commento al termine del primo tempo della semifinale della Viareggio Cup.

Commenta per primo!

Un primo tempo scoppiettante per il Palermo di Giovanni Bosi.

Tra le mura dello stadio Torquato Bresciani di Viareggio, i baby-rosa partono col giusto piglio e mettono subito sotto l’Inter di Stefano Vecchi nella semifinale della Coppa Carnevale. Un avvio che vede i siciliani avanti al 3′ con Maddaloni: il difensore classe ’98 corregge sotto misura una palla contesa in area, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nella circostanza sono state vibranti le proteste da parte della panchina nerazzurra, invocante un fuorigioco del calciatore palermitano: off-side che, secondo le immagini e le moviole riproposte successivamente, sembrerebbe non sussistere.

Pochi dubbi invece in occasione del secondo gol dei baby-rosa. La Gumina sguscia sull’out mancino, Gyamfi non è in grado di contenerlo, se non commettendo fallo. Il sig. Prontera di Bologna non esita un istante: calcio di rigore. Il Palermo ha l’opportunità di andare sul 2-0 al 4′ di gioco. Opportunità che La Gumina non si lascia per nulla scappare: trasformazione perfetta e sesto centro nella competizione.

Diverranno sette le reti del classe ’96 (e dunque tre i gol nel match del Palermo) pochi minuti dopo, quando La Gumina (a spasso e per distacco, il migliore della prima frazione di gara) si guadagna un calcio di punizione dal limite dell’area di rigore nerazzurra. Quattro passi verso il pallone, traiettoria insidiosa, portiere dell’Inter (Radu) in ritardo e gol del 3-0. Un La Gumina show.

Viareggio Cup, La Gumina: “Palermo, vogliamo spaccare tutto”

Stefano Vecchi, allenatore dei nerazzurri, prova a dare una scossa ai suoi con una doppia sostituzione: entrano Bakayoko e Pinamonti, escono Carraro e Cagnano. Ma la musica non sembra cambiare. La Gumina continua a brillare e a far girar la testa alla difesa milanese. Al 20′ va infatti a pochi centimetri dalla tripletta, eludendo l’intervento degli avversari e calciando di poco a lato da posizione defilata.

Viareggio Cup, Marcello Lippi: “La Gumina mi piace, ma non è il solo nel Palermo”

Inter sbilanciata e che prova a rimettere in piedi la partita sfruttando la velocità di Bakayako: il francese classe ’98 dà il suo contributo sfornando cross sui quali Tafa e compagni si fanno trovar pronti. La via della rete l’Inter riesce comunque a trovarla: al 36′ Marson respinge centralmente un calcio di punizione dei nerazzurri e Gyamfi segna il 3-1.

Viareggio Cup, Comotto: “Non me ne voglia il Palermo, ma in finale ci andrà l’Inter”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy