Zamparini e l’ultimo confronto con Berlusconi: “Mi mancherà, c’è una differenza tra me e lui. Palermo-Milan…”

Zamparini e l’ultimo confronto con Berlusconi: “Mi mancherà, c’è una differenza tra me e lui. Palermo-Milan…”

Le parole del presidente dei rosanero alla vigilia del match tra la squadra di De Zerbi e il Milan di Montella: “Spero di tirare un ultimo scherzetto a Silvio, col Milan vinciamo noi due a zero”.

4 commenti

Sarà l’ultimo confronto tra lui e Berlusconi.

Palermo e Milan si affronteranno domani (nel match valido per la dodicesima giornata, qui le probabili formazioni) e presto potrebbero aprire le proprie porte a investitori cinesi.

Se per il Milan la cessione a una cordata orientale è praticamente certa, lo stesso non può dirsi parlando del club di viale del Fante (qui le ultime)

Cessione Palermo, Zamparini: “Passi avanti coi cinesi”. Spuntano cordate da Taiwan e dagli Stati Uniti, i dubbi degli asiatici

“La differenza tra me e Silvio è proprio questa: che lui ha già ceduto“, racconta Maurizio Zamparini attraverso le colonne del ‘Giornale di Sicilia‘. Il patron friulano attende con ansia un “ok” definitivo da parte del gruppo di investitori con cui tratta da quasi sei mesi, ma la sensazione è che bisognerà attendere ancora un po’.

Molto di più rispetto a quanto dovranno aspettare i tifosi rossoneri per il cambio di proprietà. “Berlusconi mancherà a me e a tutto il movimento calcistico italiano – prosegue Zamparini -. Negli ultimi decenni il calcio è cambiato molto, in peggio. Fra noi c’è stima reciproca, ha fatto grandissimo il Milan, che prima di lui navigava in pessime acque. Negli ultimi anni l’impegno politico ha avuto il sopravvento, forse avrebbe dovuto passare la mano prima”, le parole del numero uno del club di viale del Fante che si sofferma dunque su due aspetti che riguardano l’ex Premier: vale a dire Montella e un rimpianto di mercato.

“Berlusconi ha un allenatore che stimo molto, Montella, che cercai di ingaggiare quando lasciò il Catania, e ha una squadra giovane e di talento”, sottolinea il presidente del Palermo. “Uno dei più grandi crucci di Berlusconi resterà Dybala – continua -. Ero disposto a darlo al Milan, se Galliani avesse convinto il procuratore di Paulo, ma non è andata così“. Si chiude con un pronostico: “Ho fiducia nella mia squadra e nel mio allenatore, spero di tirare un ultimo scherzetto a Silvio, col Milan vinciamo noi due a zero“.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lionheart - 1 mese fa

    “Spero di tirare un ultimo scherzetto a Silvio, col Milan vinciamo noi due a zero”.
    zamparini per cortesia smettila di prenderci in giro e liberaci da te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nick - 1 mese fa

    effettivamente s’assumigghianu tra un milione di posti di lavoro e il palermo in champions fanno a gara a chi spara la bugia più grossa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Armass - 1 mese fa

    Sempre le solite caz….ate. Domani voglio vedere chi realizza questi due gol. Ormai i suoi sproloqui mi lasciano del tutto indifferente. Sapete cosa vi dico: io mi preoccuperò tanto quando il mz non dirà più cazzate. Intanto FORZA PALERMO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lionheart - 1 mese fa

      i “non” goal li hanno fatti zamparini e miccichè…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy