VIDEO, Franco Vazquez: “Il Napoli? Se n’è parlato, sarebbe bello. Ma il 4-3-3 di Sarri…”

VIDEO, Franco Vazquez: “Il Napoli? Se n’è parlato, sarebbe bello. Ma il 4-3-3 di Sarri…”

Il video dell’intervista al trequartista argentino: “Troverei qualche difficoltà a giocare nel 4-3-3 di Sarri”.

Commenta per primo!

Un sacrificio per il bene della società.

Franco Vazquez è legato al Palermo da un contratto che scadrà nel 2019. Rapporto che è stato suggellato nel 2015 quando Zamparini, prevedendo la situazione che si sarebbe venuta a creare in queste settimane, ha convinto il Mudo a firmare il rinnovo, in modo tale da avere maggior potere contrattuale in sede di mercato. Di fatto, adesso, il patron friulano ha il “coltello dalla parte del manico“, ha già fissato il prezzo del suo cartellino e attende che si scateni un’asta. Una situazione che, almeno sulla carta, sarebbe fin troppo vantaggiosa per i rosanero, se non fosse per un piccolo particolare: il “mondo intero” sa che Zamparini deve assolutamente vendere il suo gioiello nel corso di questa finestra di mercato per sistemare i conti in viale del Fante e lenire le perdite di bilancio. Di qui la strategia di tutte le società interessate al classe ’89: aspettare. Nessuna offerta ufficiale è arrivata fin qui sulla scrivania dell’imprenditore friulano, fatta salva la proposta di 12 milioni formulata dal West Bromwich Albion, rispedita immediatamente al mittente.

Calciomercato Palermo: il West Bromwich Albion bussa per Vazquez, prima vera offerta sul tavolo di Zamparini

I siciliani gradirebbero monetizzare circa 25 milioni di euro dalla vendita dell’ex Belgrano, cifra che Tottenham, Roma o Milan – società che monitorano il calciatore da alcuni mesi – non intenderebbero investire. Ecco che sullo sfondo potrebbe profilarsi un’altra soluzione: il Napoli di Aurelio De Laurentiis sarebbe disposto a offrire Mirko Valdifiori (regista apprezzato in seno al club di viale del Fante) e circa 17 milioni per arrivare a Franco Vazquez. Si attendono sviluppi su questo fronte.

Una destinazione, quella azzurra, che non dispiacerebbe affatto al trequartista di Tanti, che nei giorni scorsi, si era così espresso sui partenopei, durante una trasmissione argentina. “Giocare con Higuain al Napoli? Se n’è parlato, è una voce che è circolata. Però, il Napoli gioca con tre attaccanti e due punte esterne: per me sarebbe un po’ difficile giocare nel 4-3-3 di Sarri… Comunque, sarebbe bello”, le parole del Mudo che quindi aveva così parlato del Pipita. “Higuain è stato un crack quest’anno, ha fatto la differenza. Ha segnato 38 goal e ha battuto ogni record – ha aggiunto -. Grazie alle sue giocate, il Napoli ha potuto concorrere fino alla fine per il titolo, anche se poi ha vinto la Juventus“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy