Serie A, ecco le nuove regole: rose a 25 col 4+4, la situazione in casa Palermo

Serie A, ecco le nuove regole: rose a 25 col 4+4, la situazione in casa Palermo

Novità importanti in Serie A: il regolamento impone 4 calciatori del vivaio e 4 di formazione italiana. Su trentanove giocatori, quattordici sono da tagliare.

Commenta per primo!

“Quelle delle liste del 4+4 sono regole assurde”. Parola di Maurizio Zamparini.

Da questa stagione, tutti i club di Serie A saranno soggetti ad una nuova normativa per quanto riguarda la compilazione delle liste dei giocatori che potranno scendere in campo nel campionato 2016/17.

La Federcalcio, infatti, ha previsto che nelle prossime liste di 25 calciatori da inserire saranno necessari dei requisiti particolari. Quattro di loro dovranno vantare almeno un triennio nelle giovanili della società italiana in questione tra i 16 e i 21 anni; ad altri quattro, invece, verrà richiesta una militanza triennale a titolo definitivo in una qualsiasi società italiana entro i 21. Sarà illimitato, invece, il numero di Under 21 comunitari, nati dunque dopo il 1° gennaio 1995. Per quanto riguarda gli extracomunitari, invece, resta la possibilità di fare mercato per un massimo di due giocatori all’anno, ma uno dei due deve essere stato convocato almeno due volte nell’ultimo anno nella Nazionale maggiore del proprio paese, o cinque volte negli ultimi tre anni. Un acquisto come quello di Matheus Cassini – di fatto – oggi non si sarebbe potuto fare: per i giovani extracomunitari al primo tesseramento da ora in poi servirà l’obbligo di essere residente in Italia ed essere entrato nel nostro Paese con i genitori, non per ragioni sportive, e comunque avere frequentato la scuola italiana per almeno 4 anni.

Se il mercato si chiudesse oggi, il Palermo sarebbe in linea con i 4+4, salvo avere qualche problema di abbondanza. Chi può entrare a far parte della prima lista sono: Antonino La Gumina, Roberto Pirrello, Giuseppe Pezzella e Accursio Bentivegna. Quelli formati in Italia sono, invece, Edoardo Goldaniga, Roberto Vitiello, Andrea Rispoli, Achraf Lazaar e Alberto Gilardino. Il Palermo – al momento – ha una rosa di trentanove elementi, compresi i giocatori che sono rientrati dai prestiti, cresciuti nel vivaio e che potrebbero rimpiazzare eventuali giovani partenti: Andrea Accardi, Dario Giacomarro, Davide Monteleone, Cephas Malele, Gabriele Zerbo e Andrea Fulignati.

Entro questi paletti – scrive ‘La Repubblica’ – dovrà muoversi il direttore sportivo, Rino Foschi: qualora partissero Lazaar e Gilardino sarebbe inevitabile il trasferimento di Marco Borriello in rosanero, per completare la casella dei quattro giocatori cresciuti nel campionato italiano. Il dirigente di Forlì, inoltre, dovrà liberarsi di quattordici esuberi; giocatori come Abdelhamid El Kaoutari, Granddi N’Goyi, Uros Djurdjevic e Manuel Arteaga, che hanno deluso le aspettative, lasceranno con ogni probabilità la Sicilia. Nella lista libera, al momento, il Palermo ha dodici giocatori: Andelkovic, Embalo, Gonzalez, Cionek, Struna, Morganella, Hiljemark, Chochev, Vazquez (che però libererà il suo posto), Quaison, Jajalo, Trajkovski e Ilija Nestorovski, attaccante macedone acquistato a gennaio, che sarà a disposizione di Ballardini a partire dal primo luglio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy