Quando Zamparini non azzecca le cessioni: Belotti e gli altri campioni svenduti dal Palermo (VOTA IL RIMPIANTO N°1)

Quando Zamparini non azzecca le cessioni: Belotti e gli altri campioni svenduti dal Palermo (VOTA IL RIMPIANTO N°1)

Zamparini è famoso per le sue cessioni milionarie, ma qualche volta il suo fiuto ha fatto cilecca, non solo su Belotti. Ecco i giocatori lasciati partire troppo facilmente dai rosanero ed esplosi in altre squadre. Vota il rimpianto più grande.

9 commenti

CESSIONI DA INCUBO

Maurizio Zamparini rimarrà certamente alla storia come uno dei presidenti che in questo decennio è riuscito a realizzare le cessioni più clamorose tra i club di provincia.

Forse solo l’Udinese può avvicinarsi al Palermo per quantità e qualità di giocatori di livello mondiale valorizzati e poi ceduti alle big italiane e straniere. Da Pastore a Dybala, da Amauri a Vazquez, tantissimi campioni hanno trovato in rosanero la grande maturazione che ha permesso loro di spiccare il volo verso società di prima grandezza, permettendo contemporaneamente al club di incassare cifre da record.

Ma non sempre le cose sono andate così bene. Non vogliamo in questa sede soffermarci sui tantissimi giovani di belle speranze arrivati al Palermo da predestinati e andati via senza lasciare alcuna traccia, magari lasciandosi dietro rate milionarie ancora da saldare. Capita a qualunque società di fare brutti affari comprando, quello che invece succede più raramente è di avere tra le mani un diamante e non rendersene conto. 

In questa carrellata, che non è una vera e propria classifica, abbiamo inserito soprattutto quei giocatori che sarebbero anche potuti rimanere a Palermo, o quantomeno si sarebbero potuti vendere a prezzi più alti, se in rosanero fosse emerso tutto il loro valore.

di Mariano Calò

SCORRI LE SCHEDE PER LEGGERE TUTTE LE VOLTE CHE E’ SUCCESSO AL PALERMO E VOTA IL RIMPIANTO PIU’ GRANDE

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. palermo79 - 2 settimane fa

    dopo la finale di roma penso che tutto è un rimpianto ,ha distrutto tutto ,con quella squadra e tre innesti di valore il palermo l anno dopo avrebbe fatto un campionato almeno tra le prime sei,lui invece da quel giorno in poi ha deciso che doveva finire tutto e che non doveva spendere piu nulla per la squadra .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nick - 2 settimane fa

    più che altro quello di mz che non ho mai capito è la FRETTA nel venderli..le altre squadra almeno tre anni li tengono
    lui appena fanno due partite buone è lui stesso che li mette sul mercato prima di ricevere offerte
    pare che gestisca un supermercato e deve tenere gli scaffali sempre con la merce fresca
    per non parlare che i giocatori appena fanno trentanni per lui sono da buttare e li regala pur di disfarsene e fare posto per il prossimo pollo
    la vicenda rigoni con la buffonata del fuori rosa è emblematica
    ad oggi a rigoni i vari chocev hiljemark e compagnia bella gli possono allacciare le scarpe

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Giovanni D'Alessandro - 2 settimane fa

    Di questi qui,voto assolutamente darmian.
    Pisano e garcia,da ricovero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lezagaresr_512 - 2 settimane fa

    E questo sarebbe l’uomo che i cinesi – a suo dire – qualora entrassero in società vorrebbero come consulente di mercato….roba da crepar da ridere se non ci fosse da piangere a dirotto…..Notate inoltre come il Grande Bugiardo abbia creato una montagna di plusvalenze per Cairo ed il suo Torino….meriterebbe dai granata un mezzo busto all’ingresso dello stadio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele Fazio - 2 settimane fa

    Masgara (da gendrogambo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Dario Laudicina - 2 settimane fa

    Grosso venduto prima del mondiale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo Effe - 2 settimane fa

    Cavani

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Willy Wonka Rosanero - 2 settimane fa

    È facile votare Belotti, ma date le lacune difensive degli ultimi anni, penso che fare uno sforzo per Glik avrebbe portato migliori risultati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. kmx - 2 settimane fa

    Rimpianto maggiore per Belotti: un vero centravanti vecchio stile nell’epoca del falso 9! Non regge la logica della plusvalenza: minima e col bilancio già assestato dalla cessione di Dybala. Ha influito il carattere di MZ: spesso ha avuto fiuto ma ha sempre bocciato a prescindere i giocatori scelti in autonomia da altri. Presunzione? Poi certamente Sirigu: l’unica buona cosa del coach Z. Anche qui MZ inspiegabile: invece di accompagnare la crescita del ragazzo gli prometteva calci nel sedere a mezzo stampa. Totò pagò l’epurazione della gestione Rossi. Cavani invece andò via volentieri: neanche Rossi lo faceva giocare prima punta (lui aveva sempre detto di esserlo) e la Favorita ormai non gli perdonava quasi niente anche perché (forse) c’era Hernandez che sembrava poter fare grandi cose. Toni ha sempre cambiato squadra ogni due anni a meno che non sia stato trattenuto da un rilancio economico o di obiettivi. Certo i sostituti non furono all’altezza ma onestamente contro l’Inter in casa a tutti sembravano all’altezza. Darmian si vedeva che stava crescendo e molti tifosi si rammaricarono della sua cessione. Qui invece ci eravamo già accorti che chi restava non era all’altezza. Per Glik sinceramente le potenzialità non si vedevano: combinò sfracelli in Europa League e già in ritiro Rossi si metteva le mani ai (pochi) capelli per spiegargli come giocare. Aggiungerei tra i giovani non valorizzati Acquah.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy