Perché la conferenza di Corini è stata magistrale. Il Genio oltre Rossi e Ballardini: si può costruire sotto una pioggia di bombe?

Perché la conferenza di Corini è stata magistrale. Il Genio oltre Rossi e Ballardini: si può costruire sotto una pioggia di bombe?

Le parole di Corini hanno segnato un piccolo momento storico nella storia recente del Palermo. Raramente un allenatore era stato così schietto nell’analizzare il rapporto col presidente Zamparini. Cosa cambierà adesso?

26 commenti

“A Palermo ogni partita è come Hiroshima, ti arriva la bomba e non sai cosa accadrà, vi sembra normale lavorare così?”.

Parole fortissime quelle di Eugenio Corini nella conferenza stampa di ieri. Il tecnico rosanero si è sfogato coi giornalisti presenti al Tenente Onorato di Boccadifalco dopo una lunga settimana in cui il futuro della sua panchina è stato pesantemente messo in discussione dal presidente Zamparini. Il patron friulano ha scelto di assumere il tecnico soltanto un mese fa, ma già dopo la gara col Pescara aveva fatto intendere di non essere soddisfatto, così la sconfitta contro l’Empoli ha fatto scattare l’ennesima crisi. Sebbene alla fine sia rimasto in panchina, Corini è stato completamente delegittimato da Zamparini e ha pensato per questo anche alle dimissioni. Per mancanza di alternative il presidente lo ha tenuto in panchina, ma una scossa del genere davvero non era necessaria ad un ambiente che deve già convivere con un pesante -7 in classifica dalla salvezza.

Forte di un amore incondizionato da parte della piazza, forte dei risultati ottenuti (oggettivamente superiori a quelli dei suoi predecessori), forte della stima dello spogliatoio Corini ha fatto emergere tutta la sua insoddisfazione. L’ex capitano rosanero col cuore in mano ha fatto una disamina dura ma lucida, senza esagerare nei toni, in cui ha spiegato cosa davvero non va nella dialettica del presidente Zamparini.

E’ stato un Corini magistrale, come quando guidava il centrocampo rosanero con i suoi tocchi precisi e intelligenti. E’ andato ben oltre Delio Rossi, Beppe Iachini e Davide Ballardini, allenatori che in passato si erano, seppur in modi diversi, opposti ai metodi di Zamparini. Corini li ha superati usando l’arma della chiarezza. Senza giri di parole, spiegando per filo e per segno cosa non gli è andato giù in questi giorni turbolenti Corini è arrivato dritto al cuore dei tifosi. Niente dimissioni a sorpresa, interviste non autorizzate o battute più o meno velate: semplicemente la pura verità esternata con umiltà e compostezza. Diretto e sincero, il tecnico ha detto quello che in tanti anni nessun suo collega aveva avuto il coraggio di dire.

Zamparini è una persona orgogliosa e difficilmente a 75 anni potrà cambiare diametralmente rotta, ma le parole di Corini non dovranno rimanere solo uno sfogo davanti alle telecamere. Il patron si soffermi ad ascoltare con attenzione il grido di sofferenza del suo allenatore, che è in fondo quello di un po’ tutti i suoi tecnici e di tutto l’ambiente rosanero. In un calcio italiano che a tutti i livelli è pieno di yes men pronti a inseguire il consenso a suon di sorrisi di circostanza sono pochi i professionisti che dicono schiettamente al capo quello che non va. Zamparini sfrutti questa come un’occasione importante, non diventerà mai (per fortuna) uno di quei personaggi che parlano soltanto per frasi fatte e dichiarazioni diplomatiche, ma forse smusserà qualche angolo e metterà meno in difficoltà il suo Palermo. Sarebbe la più grande vittoria di Corini.

Mariano Calò

26 commenti

26 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxtara7_687 - 7 mesi fa

    Eugenio sarà considerato un elemento di disturbo come chiunque si è,secondo lui,permesso di mettere in discussione le sue scelte. Purtroppo sappiamo che anche il nostro super capitano ne uscirà con le ossa rotte,ma perlomeno con la soddisfazione di avergli detto pubblicamente per quale motivo è un maledetto figlio di Trota!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Joseph Cannizzaro - 7 mesi fa

    Zamparini impara

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. La Corte Ciro - 7 mesi fa

    Sei in una botte di ferro x i tifosi rosa nero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Massimiliano Di Cara - 7 mesi fa

    Questa conferenza stampa passerà alla storia del Palermo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tommaso Comignano - 7 mesi fa

    Ciao genio ho con noi o senza sarai sempre un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Blasco Castiglione - 7 mesi fa

    Ragazzi con questo sfogo si è assicurato l’esonero , ma x chi ama questi colori EUGENIO resterà sempre il CAPITANO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Real Mosé - 7 mesi fa

    L’UNICO CHE HA AVUTO LE PALLE DI DIRE LE COSE COME STANNO… L’UNICOOOOOOOO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Dario Parlato - 7 mesi fa

    Mi sa che questo sfogo ha segnato il destino di corini sulla panchina del Palermo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Giovanni Amato - 7 mesi fa

    Tra coroni e Zamparini finirà sempre 6-0 6-0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Liliana Iacopelli - 7 mesi fa

    Immenso Corini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Eugenio tutti conte sei un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ninni Caminita - 7 mesi fa

    Eugenio un Uomo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Di Prima Renato - 7 mesi fa

    Condivido in pieno quanto detto da quel grande signore che e’ Corini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Giuseppe Ajosa - 7 mesi fa

    Corini troppo serio per Zamparini nulla toglie anche gli altri.. il presidente non ha più intenzioni serie…….. per il Palermo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Delta Valenti - 7 mesi fa

    finalmente qualcuno con grande coraggio…oltre gli ingaggi, la notorietà, il successo e le carriere…dignità e amore verso i colori rosanero…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Giuseppe Bruno Scordi - 7 mesi fa

    Lezione di vita a Zamparini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Giuseppe Garofalo - 7 mesi fa

    Ha dimostrato semmai c’è ne fosse stato bisogno di quanto tiene veramente a essere l’allenatore del Palermo e questo deve essere chiaro anche al presidente e poi se ci crede lui perché non aiutarlo veramente comprando quei tre giocatori che ti chiede e basta polemiche per una volta sarà possibile stare dalla parte dell’allenatore della città e della tifoseria tutta che si è stretta attorno al proprio allenatore sostenendolo fino alla fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. u pazzu ha deciso dopo la partita bye bye corini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Sempre con te Corini❤ sei un Grande e Sempre Forza Palermo❤

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Matteo Cavallaro - 7 mesi fa

    Hai detto bene, bravo “‘ Genio “‘ , vai avanti nella tua strada, il popolo Palermitano è com te. Forza Palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Franco Caldo - 7 mesi fa

    Grande EUGENIO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Giuseppe Tarantino - 7 mesi fa

    Rimarrà per sempre ” il capitano” anche da allenatore… rispetta la maglia più di chiunque altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Alessio Adelfio - 7 mesi fa

    Onore a questa persona

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Con i soldi tutto si può .. ed il Palermo ora come ora rischia il fallimento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Marco Bocina - 7 mesi fa

    Purtroppo abbiamo un presidente troppo vecchio che con la testa non ci sta più .Fare incazzare uno come corini c’è né vuole bravo il nostro capitano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Silipo - 7 mesi fa

      Zamparini non risparmierà certamente uno che umanamente e intellettualmente è una spanna superiore a lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy