Palermo: indagine Guardia di Finanza parte da cessione Mepal. Zamparini: “È tutto in regola”

Palermo: indagine Guardia di Finanza parte da cessione Mepal. Zamparini: “È tutto in regola”

Il proprietario del Palermo ha confermato che l’indagine della Guardia di Finanza è partita dalla cessione della Mepal.

Commenta per primo!

La giornata odierna si è aperta con la notizia sconvolgente e improvvisa legata alle perquisizioni effettuate dalla Guardia di Finanza nella sede del Palermo e nella residenza di Maurizio Zamparini.

L’indagine parte dalla cessione della Mepal, una società inizialmente creata per commercializzare i prodotti del club rosanero e in seguito gestita per sviluppare i progetti concernenti il nuovo stadio e il nuovo centro sportivo. Su questo argomento spigoloso è intervenuto lo stesso patron rosanero che si è detto sereno e disponibile a dimostrare tutta la sua buona fede. “Basta leggere le carte per capire che è tutto a posto, è un’operazione di bilancio e non di patrimonio. I conti sono certificati e quindi assolutamente in regola. Sono a disposizione dei magistrati per qualsiasi chiarimento. Purtroppo tutto questo ci reca un grave danno di immagine, che mette a rischio le nostre operazioni finanziarie sia per il calciomercato che per la cessione del Palermo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy