Palermo in Serie C, Galeoto: “Decisione già scritta! Dispiace che a pagare per gli errori di Zamparini siano i palermitani”

Palermo in Serie C, Galeoto: “Decisione già scritta! Dispiace che a pagare per gli errori di Zamparini siano i palermitani”

L’ex difensore rosenero, Francesco Galeoto, commenta la mano pesante TFN e del Consiglio direttivo della Lega Serie B, ai danni del Palermo Calcio

Palermo Calcio in Serie C.

Durissima la sentenza del Tribunale Federale Nazionale della FIGC in merito al deferimento della società di viale del Fante sull’illecito amministrativo contestato dalla Procura al club stesso arrivata ieri pomeriggio: rosanero retrocessi all’ultimo posto della classifica del campionato di Serie B appena concluso, e dunque in terza categoria.

Palermo in Serie C, Malagnini: “Vi spiego cosa potrebbe succedere ai rosanero se andasse bene il ricorso”

Qualche ora più tardi, il Consiglio direttivo della Lega Serie B, ha deliberato all’unanimità di rendere immediatamente esecutiva la decisione del TFN e di procedere con le partite dei playoff con le date programmate lo scorso 29 aprile. Non si giocheranno, invece, i playout. Dunque, le quattro squadre retrocesse in C sono Foggia, Padova, Carpi (come deciso dal campo) e Palermo (come deciso dalla giustizia sportiva).

Foggia in Serie C, Sannella: “Decisione anticostituzionale, pronti a difenderci! Neanche il Palermo ha potuto…”

La notizia ha scosso chiaramente tanti personaggi legati al mondo del Palermo, che si sono già adoperati per commentare l’accaduto, tra questi anche l’ex difensore rosanero Francesco Galeoto – detto Ciccio -, che intervenuto ai microfoni del ‘Giornale di Sicilia’ non ha nascosto rabbia e amarezza: “Si trattava di un qualcosa di scritto, Zamparini ci ha portato fino a questo punto e dispiace che a pagarne le conseguenze siano i palermitani, c’ è gente che piange per questa notizia”.

“Speravamo che il Palermo uscisse dalla Serie B – ha aggiunto -, ma da sopra, non da sotto! Abbiamo perso non per demeriti nostri, adesso spero che tra dieci giorni il secondo grado di giudizio possa sistemare la situazione a favore del Palermo e dei tifosi – ha concluso Galeoto –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy