Palermo, Foschi: “Facile è il mio referente, con lui tutto chiarito. I tifosi sono la chiave, durante il mercato…”

Palermo, Foschi: “Facile è il mio referente, con lui tutto chiarito. I tifosi sono la chiave, durante il mercato…”

Le dichiarazioni del direttore dell’area tecnica del club di Viale del Fante, Rino Foschi, ieri presente a Boccadifalco per una riunione con la squadra

Orgoglioso “di essere Rino Foschi“.

Il direttore dell’area tecnica del club rosanero, presente ieri a Boccadifalco per una riunione con la formazione siciliana prima dell’allenamento, ha avuto testimonianza di vicinanza da tanti colleghi ed è pienamente consapevole di essere una colonna portante di questa squadra. Lo ha detto il tecnico del Palermo, Roberto Stellone, e lo ha ribadito il difensore centrale Giuseppe Bellusci a nome di tutti i compagni. Anche dopo la confusione societaria dei giorni scorsi, con un licenziamento proposto dall’amministratore delegato Emanuele Facile e la fiducia dello stesso a.d. giunta ad una sola settimana di distanza: “Il riferimento per la squadra sono io – chiarisce in maniera secca Foschi intervistato da Il Giornale di Sicilia –Facile è il mio referente, con lui ho parlato ed è tutto chiarito. Durante il mercato mi sono sentito un corpo estraneo e non l’ho vissuta bene, adesso però la situazione è rientrata“.

Clicca qui per la prima parte dell’intervista: (Palermo, Foschi: “Non abbandono la squadra, convinto che i soldi arriveranno. Lo sfogo di Bellusci…”)

La finestra di calciomercato inverale in ogni caso si è ormai chiusa e chi ha provato a scavalcare il ds rosanero, ovvero Clive Richardson e Dean Holdsworth, sono già fuori dalla società di Viale del Fante. Resta comunque il rammarico per quello che poteva essere la campagna acquisti del club siciliano e che invece non è stata: secondo quanto riportato dal noto quotidiano regionale, infatti, Foschi aveva bloccato il giovane ventenne Sandi Lovric, centrocampista dell’Under 21 austriaca, finito nel mirino dei grandi club europei ed in procinto di liberarsi a parametro zero dallo Sturm Graz. Un colpo di mercato per il futuro che però non è potuto andare a buon fine, un giovane prospetto che avrebbe potuto far comodo al Palermo. Il dirigente romagnolo, in ogni caso, rimane certo delle potenzialità del proprio gruppo a disposizione, che non ha mai voluto stravolgere sin dall’inizio del mercato di gennaio: “Sono convinto che questo sia l’organico più forte della Serie B. Devono girare tutte le sfere nel posto giusto, sono sempre convinto che il Palermo sia un candidato alla promozione. Nonostante tutto quello che può succedere“.

Giusto però che ad essere messa in guardia non sia soltanto la squadra, ma anche la piazza del capoluogo siciliano, quella che si sta allontanando sempre di più dal Palermo Calcio, tra delusioni sportive e timori che riguardano l’attuale proprietà: “Abbiamo bisogno di aiuto da parte delle gente – conclude il direttore Foschi -. Io ce la metto tutta, ma abbiamo bisogno di loro. I tifosi sono la chiave per il successo finale, quello può avvenire solamente con loro“.

Ti potrebbe interessare anche: (Cessione Palermo, Follieri c’è: “Ci sto riprovando, c’è un patto di riservatezza”. Facile vola a Milano per seguire la trattativa…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy