Palermo: Diego Bortoluzzi traghettatore, Zamparini-Baccaglini vogliono Reja per la risalita

Palermo: Diego Bortoluzzi traghettatore, Zamparini-Baccaglini vogliono Reja per la risalita

Il tecnico di Vittorio Veneto sarà solamente un traghettatore: la società rosanero pensa a Edy Reja per la risalita.

3 commenti

Si aspetta ancora l’ufficialità, ma questa mattina, presso la sede del club di viale del Fante, Diego Bortoluzzi dovrebbe avere firmato un contratto di pochi mesi. Fino a fine stagione.

Sette partite in cui il Palermo non ha, di fatto, nulla da perdere. La Serie B appare ormai uno scenario fin troppo scontato e il ruolo del vice storico di Francesco Guidolin sarà quello di traghettare fino alla conclusione del campionato. Certo, tutto potrà cambiare nel caso in cui dovesse succedere l’impensabile: ossia che per il Palermo si materializzi il sogno salvezza. In quella circostanza, le cose potrebbero cambiare per l’allenatore di Vittorio Veneto che ha raggiunto questa mattina il capoluogo siciliano per dare avvio al suo nuovo incarico in rosanero.

Nelle ultime ore continui confronti tra Paul Baccaglini e Maurizio Zamparini, che allo stato attuale è da considerare il proprietario a tutti gli effetti della società di viale del Fante. Zamparini avrebbe pensato per prima a Bortoluzzi come traghettatore, ipotesi caldeggiata da Francesco Guidolin, il tecnico maggiormente stimato dall’imprenditore friulano. Quindi, una volta convinto Baccaglini a esonerare Lopez, ecco il cambio. Bortoluzzi sì, ma da traghettatore. Perché in vista della prossima stagione – riporta il Corriere del Mezzogiorno – l’idea sarebbe quella di intensificare il pressing nei confronti di Edy Reja, altro mister entrato da tempo immemore nelle grazie di Maurizio Zamparini. Insomma, in viale del Fante – ora più che mai, dato che il direttore sportivo Nicola Salerno si è dimesso – le decisioni di natura tecnica non possono che nascere da Maurizio Zamparini, dato che –
per stessa ammissione dell’ex Iena – Paul Baccaglini non è ancora un esperto in materia.

Edy Reja ha ricevuto diverse telefonate negli ultimi giorni dai rosanero, ma impossibile che un tecnico del suo livello accogliesse l’invito a salvare una barca che è quasi affondata. L’intenzione del Palermo sarà convincerlo per ripartire dalla Serie B. Parola d’ordine: progetto serio e trasparente. Perché altrimenti il ‘no’ come risposta è già preventivabile.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabri Arcoleo - 6 mesi fa

    Reja non viene in b

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuliano Culotta - 6 mesi fa

    Zamparini e baccaglini ma Zamparini dice che nn contava qui un cavolo??? Ucci ucci sento odor di truffanucci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Francesco Benfy - 6 mesi fa

    Ennesimo fumo negli occhi. Avi 6 anni che deve prendere reja e puntualmente arrivano de zerbi, malesani, cosmi. Non se ne può più!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy