Palermo: chi gioca al posto di Franco Vazquez? Tutte le idee di Novellino

Palermo: chi gioca al posto di Franco Vazquez? Tutte le idee di Novellino

Da quando Beppe Iachini lo ha ripescato dalla Serie B, l’italo-argentino ha saltato appena cinque partite, tutte per squalifica.

Commenta per primo!

E adesso, che l’imprescindibile non c’è, che si fa?

Se lo chiede l’edizione odierna del Giornale di Sicilia che analizza il peso dell’italo-argentino in seno all’organico rosanero. Fra qualche mese sarà possibile pensare a un Palermo senza Franco Vazquez, ultima perla della collana delle plusvalenze di Zamparini. Oggi però è molto difficile venire a capo di un’immagine del genere, della fotografia di un Palermo senza il talentuoso italo-argentino. Eppure domenica sera, quando i ragazzi di Novellino dovranno confrontarsi con la Lazio, lo faranno senza quello che è con Sorrentino di gran lunga l’asso del mazzo rosanero. Per dare la misura di quanto il numero 20 sia importante per i siciliani – sottolinea il quotidiano regionale -, bastano alcuni riscontri statistici. Da quando è stato ripescato da Beppe Iachini in B, il Mudo ha saltato appena cinque partite, tutte per squalifica. Quella di domenica sarà la sesta, la seconda quest’anno, la terza in Serie A. In Sicilia Vazquez ha giocato più che in ogni altra squadra e segnato complessivamente più che nelle sue due esperienze precedenti al Belgrano e al Rayo Vallecano.

Nelle cinque partite saltate nelle ultime stagioni da Vazquez, il Palermo non ha fatto faville: ha vinto solo in un’occasione, nel campionato di Serie B che i rosa spadroneggiavano, alla penultima giornata in casa della Ternana (1-2 il finale); poi un 1-1 interno con lo Spezia (quando in avanti la coppia titolare era composta da Hernandez e Lafferty) e un altro pareggio casalingo, lo 0-0 col Crotone all’ultimo turno. Nella massima serie, invece, il Palermo privo del Mudo ha fatto ancora peggio: nella passata stagione un 2-2 in casa del Torino, con Belotti una volta tanto al fianco di Dybala dal primo minuto; in questo campionato la seconda sconfitta per 3-0 sul campo dell’Atalanta.

La settimana di preparazione al match con la Lazio avrà come motivo conduttore la sostituzione dello squalificato Vazquez. L’allenatore irpino valuterà se mantenere il modulo con tre elementi offensivi o tornare a quello con due. Potrebbe tornare d’attualità un tridente con Gilardino, Trajkovski e Quaison, o lo spostamento in avanti di Brugman: con l’ex Pescara come fantasista, accanto a Gilardino potrebbe giocare solo uno tra il macedone e lo svedese. Senza sottovalutare il calciatore del momento, Nino La Gumina da Capaci che al Torneo di Viareggio ha fatto stropicciare gli occhi a spettatori e addetti ai lavori, e potrebbe anche farsi spazio in prima squadra. Se l’intenzione di Novellino, invece, fosse quella di tornare al passato, ovvero al 4-4-2, si potrebbe ragionare su altre varianti, con attaccanti di ruolo in avanti, senza escludere a priori la possibilità di una chance per altri giovani, come Djurdjevic o Balogh che godono della stima di Zamparini. Le prime esercitazioni tattiche di oggi, ma soprattutto la sfida in famiglia di domani, probabilmente contro una formazione del settore giovanile, scioglieranno ogni dubbio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy