Palermo: Ballardini e l’incognita Franco Vazquez. Come sta il Mudo?

Palermo: Ballardini e l’incognita Franco Vazquez. Come sta il Mudo?

Le telecamere, al momento della sostituzione contro la Fiorentina, hanno inquadrato implacabilmente il numero 20 con una borsa del ghiaccio sul ginocchio destro. Oggi sarà valutato dallo staff medico rosanero.

Commenta per primo!

Oggi inizia ufficialmente la settimana di lavoro per il Palermo in vista dell’ultima partita: il match della verità, contro l’Hellas Verona.

I giocatori rosanero hanno ricevuto già una buona notizia: si giocherà nella bolgia del Renzo Barbera. Dopo il via libera alla vendita dei biglietti, del resto, non potrà essere altrimenti: i sostenitori del club di viale del Fante non mancheranno all’appuntamento più importante del campionato, la sfida per mantenere la Serie A.

Palermo-Hellas Verona: da stamattina biglietti in vendita, le info

Le parole che userà Ballardini questo pomeriggio, quando la squadra si ritroverà a Boccadifalco sono un po’ le stesse che Enzo Maresca, leader carismatico del gruppo, aveva scritto a fine partita sul proprio account Twitter.

Adesso c’è un ultimissimo sforzo da compiere, non si può ancora cantare vittoria. Per evitare la retrocessione sarà necessario il contributo da parte di tutti: l’undici titolare che si è visto e rivisto nelle ultime quattro gare di campionato (in cui i rosa hanno ottenuto 8 punti, media di due punti a partita) non dovrà essere modificato. Il Palermo ha dimostrato che, quest’anno più che mai, cambiare anche un paio di tasselli vorrebbe dire sconvolgere tutto. Ci sono giocatori che – ed è palese – non sono ancora pronti per fare la differenza in A: in stagione hanno ricevuto continuamente la loro chance, ma hanno fallito.

L’unico punto interrogativo per Davide Ballardini sarebbe la condizione fisica di Franco Vazquez. Le telecamere, al momento della sostituzione contro la Fiorentina, hanno inquadrato implacabilmente il numero 20 con una borsa del ghiaccio sul ginocchio destro. Oggi sarà valutato dallo staff medico rosanero: stando a quanto riferito dal ‘Giornale di Sicilia’, ci sarebbe cauto ottimismo, nel senso che dovrebbe trattarsi di una semplice botta, senza complicazioni ulteriori; questo, però, non significa che i prossimi giorni, per lui, saranno normali. L’argentino va preservato, centellinato se necessario, perché arrivi al match col Verona al massimo delle sue attuali potenzialità. Già nel corso delle ultime settimane Vazquez ha spesso svolto lavoro differenziato, seguendo un programma specifico, che gli ha evitato anche qualche seduta col possibile rischio di traumi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy