Nestorovski: “Se non riesco a portare il Palermo in A, non sono contento. Futuro? Vi spiego”

Nestorovski: “Se non riesco a portare il Palermo in A, non sono contento. Futuro? Vi spiego”

Le parole del centravanti macedone: “Stellone tecnico ideale, pensa e vive come un giocatore”

Parla Ilija Nestorovski.

Il centravanti del Palermo e della nazionale macedone ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de Il Corriere dello Sport. Il classe 1990 ha fin qui messo a segno 12 reti in campionato trascinando i rosanero al terzo posto in classifica. Merito della squadra, ma anche merito del tecnico Roberto Stellone: “Se è cambiato? No: stesso entusiasmo, stesse idee, rispetto reciproco, sincerità. E poi sorride anche quando perdiamo. Il tecnico ideale. Pensa e vive come un giocatore, lo sentiamo più vicino di altri allenatori… Se qualcuno ha un problema, non ti abbandona“.

Nestorovski: “Frosinone è il passato, ora vinco io! Voci di trasferimento? Solo parole, Foschi e Stellone…”

Nestorovski si è poi soffermato sull’obiettivo stagionale dei rosanero, la promozione in Serie A: “I numeri mi interessano relativamente. Se non riesco a portare il Palermo in A, non sono contento. Brescia già promosso? Piano. Oggi si. Con due piedi. Deve però giocare a Lecce e contro il Benevento. Come noi non possono fermarsi. Il Lecce? Gioca un bel calcio, sono in forma, ma se facciamo bottino pieno, in A andiamo noi. Se nel futuro sogno l’Europa? E se potessi andarci con il Palermo? Se il Palermo mi propone un nuovo contratto rimango“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy