Mangia-Mediagol: “Lecce o Palermo in A? Vi dico la mia. La Serie B ci insegna una cosa. Delio Rossi…”

Mangia-Mediagol: “Lecce o Palermo in A? Vi dico la mia. La Serie B ci insegna una cosa. Delio Rossi…”

L’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Mediagol.it dall’ex tecnico del Palermo: “Difficile fare un pronostico”

di Andrea Geraci

Ha rappresentato il dopo-Pioli, esonerato a sorpresa prima dell’inizio del campionato di Serie A nel 2011. Stiamo parlando di Devis Mangia, una vera e propria scommessa dell’ex patron Maurizio Zamparini. Il tecnico classe ’74 esordì sulla panchina rosanero con una strabiliante successo centrato contro l’Inter di Gian Piero Gasperini, salvo poi essere stato esonerato dopo un percorso di alti e bassi. In quella stagione, però, Mangia riuscì a battere il Lecce fra le mura amiche del “Renzo Barbera”. Lecce che, sabato pomeriggio, proverà a conquistare la vittoria contro lo Spezia e, dunque, la promozione in Serie A.

Difficile, quasi impossibile, stabilire chi tra Lecce e Palermo meriti la promozione diretta. In fondo il distacco tra le due squadre è di un punto. Vuol dire che stiamo parlando di dettagli. Si tratta di partite complicate, perché le quattro squadre in esame hanno tutte un obiettivo preciso. Anche lo Spezia che cerca una griglia di partenza più favorevole. Difficile fare un pronostico. Certo, lo Spezia è avvantaggiato, però potrebbe lottare per una posizione migliore. A questo punto le differenze sono sottili. La Serie B ci insegna che può succedere di tutto e che sono troppi i fattori determinanti”, sono state le sue parole.

DELIO ROSSI VS LIVERANI – “Liverani ha stupito a Terni salvando una squadra in grande difficoltà e ora si è superato. Nulla da dire. Delio è un allenatore navigato, ma l’esperienza è solo un valore aggiunto. Negli anni, ha dimostrato di essere un tecnico di alto profilo. Si era già trovato in una situazione simile con il Bologna e l’ha risolta”.

PLAYOFF –Di solito la squadra che arriva terza ha dei vantaggi indiscutibili perché gioca l’ultima partita in casa. Poi, è chiaro che dipenderà da come si arriva alle finali dal punto di vista mentale. Chi si piazza al terzo posto, cioè Lecce o Palermo, deve essere bravo ad assorbire la delusione della mancata promozione diretta e ripristinare solo le energie positive. Il vantaggio c’è. Conta però, soprattutto, essere a posto sotto il profilo mentale, dopo una stagione così stressante. Farei attenzione al Benevento che, nel corso del campionato, ha dimostrato solidità d’impianto. Nei play-off, comunque, può succedere di tutto e quella che entra per ultima, apparentemente senza speranze, potrebbe compiere l’exploit. A me, in tal senso, farebbe paura la Cremonese”, ha concluso Mangia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy