Futuro Palermo, moglie e figlio Zamparini a Dubai con intermediari. Il presidente: “Lascerò il club a mani sicure”

Futuro Palermo, moglie e figlio Zamparini a Dubai con intermediari. Il presidente: “Lascerò il club a mani sicure”

La moglie e il figlio di Zamparini a cena a Dubai con gli imprenditori che stanno facendo da tramite tra il patron rosanero e il gruppo cinese interessato all’affare.

1 Commento

Secondo quelle che erano le iniziali intenzioni di Maurizio Zamparini, i colloqui decisivi tra il patron friulano e la cordata cinese si sarebbero dovuti tenere nel mese di ottobre, in modo tale da procedere spediti verso il closing entro dicembre.

E invece nei giorni scorsi non è arrivata alcuna stretta di mano finale. Dei summit ci sono stati, ma non per chiudere, né tra i protagonisti (attesi) della vicenda e nemmeno dove ci si attendeva. Giovedì sera, infatti, si è tenuta una cena a Dubai tra moglie e figlio di Zamparini e gli imprenditori (che stanno fungendo da tramite tra il presidente di Aiello e il gruppo cinese). A raccontarlo, l’edizione odierna de ‘La Repubblica‘ che ha ascoltato anche cosa aveva da dire l’attuale numero uno del club di viale del Fante.

Cessione Palermo, Zamparini: “Passi avanti coi cinesi”. Spuntano cordate da Taiwan e dagli Stati Uniti, i dubbi degli asiatici

“Abbiamo avuto assicurazioni che la trattativa con i cinesi va avanti. Al momento abbiamo una lettera con una manifestazione d’interesse e per i prossimi giorni attendiamo l’offerta vera e propria sulla base della quale potremo portare avanti la trattativa – ci ha tenuto a sottolineare Maurizio Zamparini -. Un’operazione che è a buon punto, ma che ha bisogno di seguire tutto l’iter burocratico cinese. Ma i cinesi, soprattutto quando di mezzo c’è il governo di Pechino, sono lenti”.

“Io – continua Zamparini attraverso le colonne del quotidiano diretto da Calabresiho già deciso da tempo di lasciare il Palermo e vorrei che questo accadesse nel più breve tempo possibile e, soprattutto, vorrei che la società andasse nelle mani sicure di gente in grado di assicurare al Palermo un futuro roseo. I cinesi hanno queste caratteristiche, ma non sono gli unici a volere la società. C’è un altro gruppo con il quale stiamo trattando. Chi arriverà per primo si prenderà il Palermo”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vincenzo palumbo - 4 settimane fa

    o meglio,chi offre di + si prende il palermo: mai e poi mai avrei pensato che saremmo arrivati a questo punto, al punto di schifarsi a vicenda perchè e così ormai,e la colpa non e certo nostra , che delusione fra le + brutte che ho mai vissuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy