Foschi: “Cittadella e Spezia si giocheranno tutto, avevo pensato di spegnere i tabelloni dello stadio…”

Foschi: “Cittadella e Spezia si giocheranno tutto, avevo pensato di spegnere i tabelloni dello stadio…”

Testa al Barbera e orecchie al Via del Mare, gli ultimi 90′ della stagione rosanero saranno nuovamente al cardiopalma. Le parole del direttore sportivo dei siciliani

Una partita che vale una stagione intera.

Ultimi 90′ della regular season alle porte, per il secondo anno di fila il finale di campionato riserva ai rosanero insidie e possibili feste. Se l’anno scorso a Salerno non fu promozione a causa del contemporaneo successo del Parma contro lo Spezia, quest’anno i siciliani si giocheranno la promozione al Renzo Barbera ma con le orecchie sempre rivolte al match dei liguri. Da Lecce-Spezia si attendono importanti notizie che, legate al risultato dei rosa contro il Cittadella, potrebbero regalare l’accesso diretto in A agli uomini di Rossi. Due gare che, sicuramente, verranno giocate dal primo all’ultimo secondo, con le quattro squadre coinvolte tutte ancora in corsa per l’obiettivo finale prefissato ad inizio stagione.

Foschi: “Esposto dei club di B? Non temiamo nulla, il loro chiacchiericcio ci dà più grinta”

Intervenuto ai microfoni de Il Giornale di Sicilia Rino Foschi, presidente uscente dei rosa e direttore sportivo, ha parlato così delle sfide più importanti del fine settimana: “Il Cittadella deve giocarsi tutto e non c’è ombra di dubbio. Per me sarà una gara pericolosa, sappiamo tutti che squadra sia. Però anche lo Spezia non può permettersi di perdere, sicuramente col Lecce andranno a giocarsela. Avevo pensato a spegnere i tabelloni, ma se mai dovesse succedere qualcosa si sentirebbe il boato del pubblico…”.

Foschi: “Nestorovski può recuperare, con l’Ascoli si è visto il Palermo di Rossi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy