ESCLUSIVA: MISSIONE DEL PALERMO IN SUD-AMERICA, SI È APERTA LA CACCIA AL ‘NUOVO DYBALA’

ESCLUSIVA: MISSIONE DEL PALERMO IN SUD-AMERICA, SI È APERTA LA CACCIA AL ‘NUOVO DYBALA’

La missione in Sud-America del neo-collaboratore di Zamparini

Commenta per primo!

Lo scorso due febbraio si è ufficialmente chiusa la sessione invernale del calciomercato. Tuttavia, dirigenti, osservatori, procuratori e addetti ai lavori in generale sono in perenne attività al fine di gettare la basi per mettere a segno i prossimi colpi, alla riapertura delle liste in programma il prossimo luglio. Allestire una rete di scouting capillare, dinamica ed efficiente costituisce un aspetto basilare ed imprescindibile per individuare, monitorare, magari ingaggiare, i talenti del domani. E il Sudamerica, in questo senso, è da sempre uno dei bacini calcistici maggiormente setacciati dai club europei.

Tradizione rosanero – Il Palermo di Maurizio Zamparini può vantare una tradizione notevole quanto a scouting condotto oltreoceano, avendo scoperto e valorizzato numerosi gioielli da quelle parti. Profili individuati con acume e tempestività, bruciando la concorrenza, investendo sulle potenzialità di ragazzi quando, seppur talentuosi, incarnavano lo status di vere e proprie scommesse da integrare nel nostro calcio, con tutte le incognite del caso. Numerosi gli esempi di intuizioni virtuose centrate nelle varie ere dirigenziali che si sono susseguite: da Cavani a Pastore, da Abel Hernandez a Vazquez, fino a Paulo Dybala. In mezzo qualche flop fragoroso come Ernesto Antonio Farias o il brasiliano Joao Pedro, oggi cresciuto mentalmente e tatticamente al punto da riproporsi con buoni risultati nelle file del Cagliari.

Caos Dybala – Le frizioni tra l’entourage di Dybala ed il patron Maurizio Zamparini, palesate dalle dichiarazioni piccate del numero uno del club rosanero, rendono sempre più complessa la trattativa per il rinnovo del contratto dell’ex Instituto de Cordoba ed ancor più probabile la sua partenza a giugno. Paris Saint-Germain, Manchester City, Manchester United, Liverpool, Arsenal e Borussia Dortmund. Questi i club in pole per assicurarsi i prodigi del ragazzo di Laguna Larga, e avvicinarsi ai famosi quaranta milioni pretesi da Zamparini nel caso in cui le parti dovessero riconciliarsi e concordare un rinnovo strategico. Se ciò non dovesse accadere, in presenza di una scadenza prossima, fissata nel 2016, il valore del cartellino di Dybala si abbasserebbe a circa una ventina di milioni. A queste condizioni anche i club italiani, Juventus, Roma ed Inter in testa, si iscriverebbero alla corsa per ingaggiare quello che ad oggi viene percepito come un sicuro crack del panorama calcistico mondiale.

A caccia del ‘nuovo Dybala’ In casa rosa sono già partite le grandi manovre per scovare l’erede del principito. Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, nella giornata di domani (giovedì), Manuel Gerolin, consulente per il mercato estero del presidente Maurizio Zamparini, volerà in Argentina per seguire l’avvio del Torneo de Transicion. Diversi i nomi sul taccuino di Gerolin che andrà alla ricerca di un attaccante brevilineo, estroso e molto tecnico, una punta universale, dinamica ed imprevedibile, che possa ricalcare le caratteristiche dell’attuale numero nove rosanero. Senza ovviamente trascurare altri profili in ruoli diversi sui quali potrebbe valere la pena investire.

Il programma – L’ex direttore sportivo del Siena, raggiungerà Buenos Aires nella giornata di venerdì ed assisterà di persona ai primi due anticipi: la sfida tra il Velez e l’Aldosivi, in programma alle ore 18, seguita dal match tra il Racing Club de Avellaneda ed il Rosario Central che avrà inizio alle 21.10. L’agenda del consulente di mercato di Zamparini è particolarmente fitta: sabato Gerolin osserverà la gara tra San Lorenzo e Colon nel pomeriggio, mentre in serata sarà la volta della sfida tra Banfield e Temperley. Domenica 15 febbraio l’ex talent scout dell’Udinese assisterà al match Quilmes-Lanus e successivamente presenzierà all’esordio casalingo dell’Argentinos Juniors che affronterà l’Atletico Rafaela. La scorpacciata di gare nel primo week-end sudamericano di Gerolin sarà chiusa da Arsenal de Sarandì-Estudiantes che si disputerà nel tardo pomeriggio di lunedì.

Le giovani promesse del campionato argentino che verrà – L’auspicio, ovviamente, è quello di approfondire la conoscenza specifica delle attitudini tecnico-tattiche dei profili già sotto la lente di ingrandimento del club, ed adocchiare contestualmente qualche altro prospetto interessante ed al momento meno reclamizzato tra gli operatori del settore. La caccia al nuovo Dybala offre varie opzioni, più o meno celebrate ed ovviamente monitorate non solo dal Palermo ma da vari club europei: in casa Velez brilla la stella di Brian Ferreira, trequartista, all’occorrenza attaccante esterno, classe 1994 gestito da Marcelo Simonian, già agente del Flaco Pastore. Altro talento monitorato con attenzione dal Palermo è certamente Facundo Castro, punta destrorsa, tecnica e sgusciante, classe 1996 in forza al Racing Club de Avellaneda. Compagno di Milito al Racing è anche Brian Fernandez, seconda punta, capace di agire da esterno offensivo in un tridente. Destrorso, classe 1994, appena arrivato al Racing dal Defensa Y Justicia. Il Lanus mette in vetrina il giovane attaccante esterno Marcos Emanuel Astina, classe 1996, già nel giro della prima squadra. Occhio inoltre a Luciano Acosta, seconda punta, classe 1994, di proprietà del Boca Juniors in prestito all’Estudiantes, 160 centimetri di talento e fantasia, erede di Correa appena acquistato dalla Sampdoria. Da attenzionare anche la punta centrale del River Plate, Sebastian Driussi: un bomber classe ’96 che trasuda potenza, qualità e talento. Ma, il club argentino si è già cautelato: pochi giorni fa è arrivata la firma sul contratto, accordo che impone la clausola rescissoria pari a dieci milioni di euro. Per ora sembra inavvicinabile, specialmente se già ha catalizzato l’interesse delle big europee. Sullo sfondo, intanto, permane l’ipotesi Giovanni Simeone, figlio dell’attuale tecnico dell’Atletico Madrid, quasi ventenne in forza al River Plate e reduce da un Sub20 da protagonista. Nel caso in cui Simeone cedesse alla corte del Psg, non gli dispiacerebbe accogliere Dybala ai piedi della Torre Eiffel, in tal caso l’approdo del primogenito in rosanero potrebbe divenire ipotesi credibile. Questo per quanto concerne il capitolo giocatori offensivi, fermo restando che il taccuino di Gerolin è ricco di profili interessanti da valutare anche in altri ruoli.

Non solo Argentina – La missione sudamericana del consulente di mercato del presidente Zamparini sarà piuttosto lunga e non si concluderà in Argentina. Dal 4 marzo prossimo, Gerolin si sposterà infatti in Paraguay dove si terrà il campionato sudamericano Sub17. Brasile, Colombia, Paraguay, Perù, Venezuela, Argentina, Bolivia, Cile, Ecuador ed Uruguay. Questo il novero delle Nazionali partecipanti che si sfideranno fino all’ultimo atto previsto per il 29 di marzo. Ovviamente, vista la giovanissima età dei calciatori partecipanti, non si tratta nella fattispecie di un’attività di scouting finalizzata ad acquisti utili nell’immediato. Tuttavia, la manifestazione costituisce una ghiotta opportunità per carpire con intuito, competenza e lungimiranza, doti e potenzialità dei talenti sui quali puntare in futuro. L’opera di monitoraggio e consulenza prestata da Gerolin ha già portato all’ attenzione di Maurizio Zamparini i profili di Mato Jajalo, Danilo Ortiz e Julian Velazquez. Operazioni tutte brillantemente definite e portate a compimento dal direttore sportivo del club rosanero Dario Baccin.

di Leandro Ficarra e Claudio Scaglione

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy