Calciomercato: Palermo, ricordi Uros Djurdjevic? La verità sul serbo e le modalità d’addio

Il serbo classe ’94 era arrivato in rosa da svincolato e a maggio scorso è stato decretato il suo addio: adesso è a un passo dal Partizan Belgrado.

10 commenti

E’ l’unico calciatore portato in rosa da Davor Curkovic che ha già terminato la sua avventura al Palermo.

Uros Djurdjevic è ad oggi un calciatore svincolato: nessun rapporto contrattuale con il club siciliano che nell’agosto del 2015 l’aveva ingaggiato dopo che questi aveva risolto il proprio legame con il Vitesse. In quel periodo – praticamente un anno fa – il serbo classe ’94 aveva firmato una sorta di contratto condizionato con la società di Zamparini: un quadriennale puramente teorico, perché tutto sarebbe dipeso dal suo rendimento nella prima stagione. Se Djurdjevic avesse reso al meglio nel campionato 2015-16, il Palermo – dopo un’analisi tecnica – avrebbe potuto decidere di legarsi al calciatore per altre tre annate. Tuttavia, un rapporto non idilliaco con tutti i membri della squadra, un ambientamento non eccelso nella realtà italiana (dopo un anno non conosceva né comprendeva la lingua nostrana) e un apporto non proprio in linea con le aspettative del club rosa (Zamparini si attendeva un talento che non facesse rimpiangere Belotti, ceduto nel 2015 al Torino), hanno indotto il Palermo a non far scattare il contratto triennale subordinato al rendimento della prima stagione.

E’ così che Uros Djurdevic ha lasciato la Sicilia in silenzio e senza che il club di viale del Fante ricavasse soldi dal suo passaggio ad un’altra squadra. Altra squadra che, quasi certamente, sarà il Partizan Belgrado. Dopo essere stato vicino alla Stella Rossa (altra società della capitale della Serbia), l’attaccante 22enne sembrerebbe a un passo dal trasferimento ai serbi del tecnico Marko Nikolic, che ha già allenato Djurdjevic ai tempi del Rad Belgrado. La sensazione è che a breve tutte le parti in causa faranno sì che le rispettive richieste si incontrino, raggiungendo l’accordo che permetterà al calciatore di vestire la maglia del Partizan. Al Palermo – che attualmente non è proprietario del cartellino del serbo – nessun compenso economico, contrariamente a quanto ipotizzato da altri organi d’informazione.

Serie A: le probabili formazioni di tutti i match della 1a. giornata, le scelte di Ballardini

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vabbe' - 1 mese fa

    Questo ennesimo flop annunciato, a zero DICO ZERO euro spesi dovrebbe fare capire agli ultimi tifosi di Zamparini,quanto ha investito in questi anni nel Palermo……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonino Guzzo - 1 mese fa

    Certo che quando la competenza la fa da padrona…………….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Francesco Scaglione - 1 mese fa

    A me piaceva come giocava

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabrizio Arcoleo - 1 mese fa

    Non era per niente scarso questo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. arshile7_852 - 1 mese fa

    Ha avuto però il grosso merito di segnare un gol senza il quale saremmo retrocessi con largo anticipo: il 2-2 in casa col Carpi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pippo Lo Cascio - 1 mese fa

    Il risultato della improvvisazione di zamparini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ZAMPAVATTENE!! - 1 mese fa

    ZAMPARINI: “DJURDEVIC E’ IL NUOVO BELOTTI”

    AHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAAHAHHAHAHAHAAHAHAHHAHAHAAHHAHAHA!!

    ZAMPARINI VATTENE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. nick - 1 mese fa

    da tutto ciò la cosa che si deduce è che si è trattato di una mera presa per i fondelli
    e che il fatto che era meglio di belotti era la solita balla che spara per abbindolare i tifosi e manco ci credeva lui
    preso solo perchè a zero e per non spendere i soldi di belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Manlio Sanfilippo - 1 mese fa

    Da quello che ho visto in campo era meglii sia di Balogh che di Nestorovsky

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. lezagaresr_512 - 1 mese fa

    Come non lo ricordiamo! Non era quello che sarebbe dovuto essere più forte di Belotti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy