A Palermo torna l’ottimismo. Ballardini ha trovato la chiave-salvezza? I tifosi ci credono. Intanto Zamparini tuona contro Mascardi

A Palermo torna l’ottimismo. Ballardini ha trovato la chiave-salvezza? I tifosi ci credono. Intanto Zamparini tuona contro Mascardi

I rosanero tornano ad allenarsi questo pomeriggio per preparare la sfida alla Fiorentina. Le sensazioni sono finalmente positive, con Ballardini che sembra aver toccato le corde giuste. Nel frattempo Zamparini dirama un comunicato contro Mascardi.

Commenta per primo!

Il Palermo tornerà ad allenarsi questo pomeriggio, dopo un giorno di meritato riposo. Reduci da due vittorie consecutive gli uomini di Ballardini hanno ricominciato a sperare in una salvezza che ad un certo punto sembrava definitivamente compromessa. I rosanero si metteranno al lavoro solo dopo pranzo, mentre i tifosi si stanno già dando un gran da fare. I 6 punti conquistati e il grande equilibrio che regna in fondo alla classifica hanno stuzzicato l’interesse dei sostenitori del Palermo, alle prese con calcoli, tabelle e classifiche avulse nel tentativo di prevedere qualsiasi possibile combinazione di risultati.

I CALCOLI SALVEZZA – Come vi abbiamo raccontato, al Palermo basterebbero due successi per non doversi preoccupare dei risultati delle dirette concorrenti, ma gli scenari plausibili sono i più disparati: si va dal pericolo-biscotto alla salvezza matematica già al termine dei match della prossima settimana.

L’OTTIMISMO RITROVATO – Se i tifosi possono perdersi tra calcoli e tabelle, i giocatori non dovranno lasciarsi distrarre. Nelle restanti partite bisognerà sempre scendere in campo per tentare l’impresa, anche su un campo difficile come quello di Firenze. In casa rosanero si respira un ritrovato ottimismo, frutto non soltanto dei risultati positivi, ma anche della consapevolezza di aver finalmente raggiunto quegli standard di gioco e carattere con cui è possibile tirarsi fuori dai guai.

LA SVOLTA – Ballardini ha individuato, dopo qualche esperimento, il sistema che più si adatta all’organico a disposizione. A fare la differenza non è stato soltanto il passaggio al 3-4-1-2, ma anche la scelta di affidarsi a giocatori non sempre al centro dei piani tecnici dei vari allenatori che si sono succeduti sulla panchina del Palermo. Rispoli e Maresca, per esempio, hanno scalato le gerarchie e adesso stanno ripagando alla grande la fiducia loro accordata.

VERSO FIRENZE – Domenica contro la squadra di Paulo Sousa sarà una vera e propria finale, che potrebbe valere addirittura la salvezza anticipata in caso di vittoria. Sorrentino e compagni affronteranno una Fiorentina decisamente scarica e demotivata, capace di una sola vittoria nelle ultime 11 gare ufficiali e soprattutto particolarmente in difficoltà contro le ultime della classe (6 punti su 18 contro le ultime 6 della classifica, Palermo escluso). D’altra parte è giusto ricordare che solo Roma, Juventus e Lazio hanno espugnato il Franchi durante questo campionato e questo dà la misura di quanto sarà complicato conquistare i tre punti in Toscana. Inoltre il match contro il Palermo sarà l’ultima occasione per la squadra viola di giocare davanti al proprio pubblico prima della fine del campionato e le motivazioni di certo non mancheranno.

LE BEGHE LEGALI – Il Palermo non lotta soltanto sul campo, ma anche in tribunale. Il patron Zamparini ha diramato attraverso il sito ufficiale del club un comunicato con cui si scaglia ancora una volta contro Gustavo Mascardi nell’ambito delle beghe legali relative all’affare Dybala. “Oggi, malgrado la denuncia penale presentata alla Procura della Repubblica di Palermo il 12 aprile 2016 nei confronti di Pencil Hill e Gustavo Mascardi, la stessa Pencil Hill ha notificato, in base ad un vecchio lodo del TAS, un atto di pignoramento presso terzi per i crediti nei loro confronti del Palermo Calcio – recita la nota a firma del presidente rosanero -. Abbiamo incaricato il nostro ufficio legale di tutelare i nostri interessi presso la giustizia ordinaria, per salvaguardare i nostri diritti e comunque onorare tutti i debiti realmente dovuti dalla Società”. E’ soltanto l’ultimo capitolo di una vicenda che va avanti da ormai diversi mesi e che difficilmente avrà un epilogo a breve.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy