Nazionale: Conte chiama Andrea Belotti per lo stage di maggio, i dettagli

Nazionale: Conte chiama Andrea Belotti per lo stage di maggio, i dettagli

Il Gallo avrebbe convinto il commissario tecnico dell’Italia. In base a come risponderà in occasione dello stage del mese prossimo, l’ex Palermo potrebbe farsi spazio e sperare in una convocazione a Euro 2016.

10 commenti

Un inizio complicato, poco spazio e tanta concorrenza.

Nel primo Torino della stagione, Andrea Belotti riusciva a ritagliarsi poco minutaggio. Per adattarsi alla realtà granata ha impiegato alcune settimane, e il suo primo centro con la nuova maglia è arrivato solo a fine novembre (in occasione della partita contro il Bologna).

Una volta sbloccatosi e aver preso le misure, Belotti non si è più fermato. Godendo della massima stima di Ventura, il Gallo ha superato i compagni di reparto nelle gerarchie del mister e, a partire da gennaio, complici la partenza di Quagliarella e il calo di condizione di Maxi Lopez, è sceso in campo con maggiore continuità. Inizialmente coadiuvandosi con Ciro Immobile, poi – una volta che l’ex Siviglia e Borussia Dortmund ha sollevato bandiera bianca, a seguito dell’ennesimo infortunio della carriera – si è ritrovato a guidare insieme a Martinez o al redivivo Maxi l’attacco torinista. Risultato: undici goal fin qui, dieci nel 2016.

Non si è fermato più. Forse solo una volta non è riuscito a ferire come voleva: al Barbera, nel giorno di San Valentino, quando il suo Toro ha vinto per 3-1 , ma lui ha collezionato diversi errori a tu per tu col portiere. Portiere rosanero che prima – fino al 36′ – era stato Sorrentino, poi – dopo l’infortunio del classe ’79 – il debuttante Alastra.

Errori che, tuttavia, non hanno scalfito la brillantezza della sua annata in granata. Ha segnato alla Lazio, all’Inter, alla Roma e ha anche interrotto il record di imbattibilità di Gianluigi Buffon nel derby della Mole. Tutti fattori che avrebbero fatto drizzare le antenne ad Antonio Conte e Lele Oriali, rispettivamente commissario tecnico e team manager della Nazionale Italiana. Secondo quanto riferito da ‘La Stampa‘, infatti Belotti sarà inserito nello stage di maggio dal ct. Sarà un modo per conoscerlo meglio, valutarlo adeguatamente e capire se potrà essere considerato pronto in vista degli Europei di Francia. Conte starebbe pensando al da farsi, pesando l’attuale condizione di diversi calciatori che nella sua Nazionale hanno – almeno sulla carta – il posto fisso. Di certo gli ultimi mesi di Eder – che all’Inter fa panchina – non hanno per nulla entusiasmato. Non si conoscono, allo stato attuale, quali saranno le scelte del prossimo allenatore del Chelasea relativamente alla competizione francese, ma Belotti sa che una chance può averla. Perché lui – a differenza di quanto pensava qualcuno – non è poi così tanto più scarso di Uros Djurdjevic

Zamparini: “Djurdjevic è molto più forte di Belotti”

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 1 anno fa

    L’importante è che Djurdjevic è più forte e che al posto suo e di Gilardino deve giocare Attarovski fuori ruolo, perché poi il “nuovo Dybala” Cassini e Arteaga “ca un sa fira a stari aggritta” (semi-cit. Zamparini) sono finiti in prestito nella Serie D Macedone perché neanche all’oratorio avrebbero il coraggio di farli scendere in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuele Mascari - 1 anno fa

    Belotti ci avrebbe tolto le castagne dal fuoco in molte partite
    Ricordo i suoi gol importantissimi negli ultimi minuti sia in A che in B.
    E c’era gente che lo criticava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nunzio Carini - 1 anno fa

    E PENSARE CHE DOVEVA ESSERE IL NOSTRO TITOLARE DOPO AVER FATTO TANTA PANCHINA LO SCORSO CAMPIONATO! BRAVO, BRAVO ZAMPARINI! IL SIGNORE SI CHE SE NE INTENDE DI CALCIO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dario Tartaro - 1 anno fa

    Se lo merita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mario Scalia - 1 anno fa

    Non voglio commentare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marco Patania - 1 anno fa

    Peccato che djurdievic non ha il passaporto italiano perché avrebbe chiamato lui in nazionale in quanto notoriamente più forte di belotti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rosario Houdini Cerro - 1 anno fa

    Djurdjevic è più forte (cit.). Mi dicono che sia imbattibile a Briscola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cristian Ralli - 1 anno fa

    Zamparini per la cifra giustai si venderebbe pure le gambe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Antonello Provenzano - 1 anno fa

    Fortunatamente noi abbiamo il nuovo Cavani… e l’anno prossimo avremo anche il nuovo Batistuta! Poi insieme a Djurdjevic (che non so dire che nuovo sia), abbiamo un attacco stellare!
    Belotti, diciamoci la verità, non ci serviva …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Romano Michele - 1 anno fa

      Che ne dovevamo fare, abbiamo di meglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy