Napoli, Sarri: “Reina è convocato, Higuain ha fatto 22mila km. La Juve gioca prima? Ci siamo abituati…”

Napoli, Sarri: “Reina è convocato, Higuain ha fatto 22mila km. La Juve gioca prima? Ci siamo abituati…”

La conferenza stampa del tecnico del Napoli.

Commenta per primo!

“Cosa mi aspetto da questo finale di stagione? Andiamoci piano. Prima pensiamo all’Udinese”.

Comincia così la conferenza stampa del tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, impegnato domani pomeriggio contro i friulani di De Canio. “Le partite dopo la sosta sono sempre complicate. I friulani sono rigenerati dal cambio del tecnico, De Canio è uno bravo. Non riesco a spiegarmi come mai l’Udinese sia in basso alla classifica – si domanda il mister partenopeo -. Come sta Pepe Reina? Parte con noi, oggi si è allenato. E’ convocato, ma dobbiamo ancora capire se può giocare. Al di là delle individualità, dobbiamo pensare a fare la nostra partita. La Juventus gioca prima di noi e per la mia squadra è sempre un macigno che pesa sulla testa“.

SERIE A, LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Rientri dalle Nazionali – “Come stanno i giocatori rientrati dalle Nazionali? Non prendiamoci per il culo. Nessuno sa come stanno realmente questi giocatori. Non ho potuto sottoporli ad allenamenti particolarmente pesanti per capire le loro reali condizioni. Vi posso assicurare che, mentalmente parlando, siamo tutti carichi. La Juve gioca prima di noi? Ho già risposto. Noi siamo affezionati a questa abitudine del calendario (ride, ndr). La Juve vince sempre e potete immaginare come stiamo noi. Giocare in casa ci favorirà? E’ relativo. Di solito le cazzate si fanno meglio in casa (ride, ndr)“.

SERIE A, IL CALENDARIO E LE PROSSIME SFIDE SCUDETTO

Gli spagnoli – “Perché José è così stimato? Perché è completo, è il nostro equilibratore, è fondamentale per noi. Non guardate quanti gol sbaglia, guardate quanti ne evita e quanti ne propizia. Quanto perdiamo senza Reina in campo? Pepe è un uomo spogliatoio, è fondamentale dentro e fuori dal campo. Ma vi vorrei ricordare che abbiamo altri due portieri bravi, uno che ha vinto la Copa Libertadores (Rafael) e l’altro che ha vinto la Serie B l’anno scorso (Gabriel). Non so chi giocherà domani“, ha aggiunto.

Nemici e Pipita- “Il nemico del Napoli? So io chi è. E’ una squadra che fa cose eccezionali, è la forza della Juventus. Non penso che i bianconeri abbiano problemi sul piano mentale perché continuano a reagire bene ad ogni pressione – ha proseguito Sarri -. Higuain? L’ho visto bene su tutti i punti di vista, però non posso prendere un ragazzo che ha fatto 22mila chilometri di viaggio negli ultimi giorni e sottoporlo ad allenamenti importanti. Io non sono preoccupato, mi fido di lui e Gonzalo mi ha dato garanzie. Esperienza di Insigne in Nazionale? Lorenzo è uno dei prospetti più talentuosi e interessanti del calcio italiano, ma non voglio dire altro. Io non seguo i miei giocatori in Nazionale“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy