Ferrero: “Napoli, riprenderei Gabbiadini. La Juventus ha detto una cavolata gigantesca”

Ferrero: “Napoli, riprenderei Gabbiadini. La Juventus ha detto una cavolata gigantesca”

Le parole del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero.

Commenta per primo!

“Cosa è successo a Gabbiadini? Secondo me niente. Non sente la fiducia del mister. Ma comunque stiamo sempre a parlare di un ragazzo di 22 anni”.

Comincia così l’intervento del presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, a Radio Crc. “Aurelio De Laurentiis è un grande Presidente e sta dando l’anima del Napoli. Con lui non mi sono sentito per Muriel. Il popolo di Napoli è la cosa più bella che ho dell’Italia. Napoli è un po’ come le separazioni, quando si lasciano, la moglie ricorda solo le cose negative, quindi di Napoli si parla sempre in maniera negativa ma mai delle cose belle. Se Aurelio mi chiama, gli dirò che Muriel non è in vendita. Ora me lo tengo stretto, ma tanto Aurelio non chiama”.

PAVOLETTI – “Non so se De Laurentiis sta trattando un altro attaccante di Genova (riferimento a Pavoletti), dovete chiederlo a lui, non vivo con lui. E’ un bell’uomo ma non vivo con lui. Io riprenderei Gabbiadini subito. Lui per me è un grande calciatore e un bravissimo ragazzo. E’ cresciuto molto. Questi sono ragazzi che vanno apprezzati e difesi, specialmente a chi deve fare gol come lui”.

DE LAURENTIIS –In Muriel io ci credo e guai a chi me lo tocca. Lui è veramente un calciatore che può fare veramente bene. Pensate che lo scorso anno è venuto un signore che mi ha offerto 12 milioni per lui e io gli ho detto no grazie. Comunque Muriel ha una clausola di 35 milioni e Aurelio è il mago delle clausole. Ora chiamo Aurelio e gli dico ci intervenire a Radio CRC. Lui è una persona molto intelligente e generoso e non ci credo che con voi non parlo, lo conosco ormai da 40 anni. Dopo tre anni di calcio, non sono più un uomo di aspettative“.

SAMPDORIA – “Abbiamo preso in concessione lo stadio Luigi Ferraris, abbiamo rifatto i campi e gli spogliatoi. Abbiamo fatto un casino positivo che porterà solo benessere. Con Giampaolo stiamo facendo un progetto importante e quindi quest anno mi aspetto un campionato di tranquillità. Vedrete tra poco un napoletano che è cresciuto nel nostro settore giovanile che non vi dirò mai il nome, lo porteremo in prima squadra e vi farò vedere. Il fatto che ci scansiamo contro la Juve è proprio una stronzata che non voglio proprio sentire. Noi andiamo avanti per il nostro percorso e noi non ci scansiamo contro nessuno. Entriamo in campo sempre come 11 leoni e chi ha paura rimane negli spogliatoti nella nostra squadra. l’8 gennaio quando verremo a Napoli vi voglio lasciare un bel dispiacere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy