Paolo Berlusconi: “Dietro la cordata cinese del Milan ci sono fondi governativi”

Paolo Berlusconi: “Dietro la cordata cinese del Milan ci sono fondi governativi”

Il vice-presidente rossonero parla della cordata che ha rilevato in toto le quote azionarie del club.

1 Commento

“Trattandosi di investitori stranieri, è ovvio che il tutto sia avvolto in una specie di cortina fumogena. Ma posso affermare che dietro la cordata cinese vi sono anche lauti fondi statali”.

Con questa rivelazione Paolo Berlusconi, vicepresidente del Milan, fa chiarezza in merito alla cordata che ha rilevato le quote azionarie di maggioranza del club rossonero. Intervenuto ai microfoni di Telelombardia, il fratello dell’ex Premier ha svelato quali siano in realtà le ambizioni del gruppo imprenditoriale asiatico, i cui interessi sembrerebbero non essere legati soltanto alla crescita della squadra meneghina.

“Il presidente cinese ha intenzione di investire sullo sport, per spingere i ragazzi verso un sistema democratico più aperto. Pensate che tra i loro progetti vi è anche l’organizzazione di un Mondiale, da disputare proprio in Cina. Per questo coltivano ambizioni elevate, e di conseguenza noi come famiglia Berlusconi siamo tranquilli: non vi è alcun personaggio, bensì è proprio il governo a farsi da garante in merito alla situazione. Mercato sottotono? I nuovi acquirenti non avevano acconsentito allo stanziamento di fondi, e Fininvest non voleva spendere più altra liquidità senza riceverne un tornaconto “.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giuseppe Garofalo - 3 mesi fa

    Ma ai tifosi del Palermo che cosa importa chi c’è dietro gli investitori cinesi che acquistano il Milan

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy