Juventus, Pirlo: “Il ritorno di Pogba non mi stupirebbe. Dybala? Se si allenasse come CR7…”

Juventus, Pirlo: “Il ritorno di Pogba non mi stupirebbe. Dybala? Se si allenasse come CR7…”

L’ex centrocampista bianconero ha analizzato il momento dei Campioni d’Italia

E’ stato uno dei protagonisti della rinascita bianconera.

Andrea Pirlo è stato sicuramente uno dei calciatori che ha contribuito maggiormente a dare inizio alla nuova era della Juventus, che in sette anni ha totalmente dominato in Italia ed è arrivata a giocarsi due finali di Champions League, dalle quali però è uscita sconfitta.

Un progetto maestoso e lungimirante quello della Vecchia Signora, che il Maestro decise di sposare nella lontana estate del 2011, quando decise di lasciare il Milan per trasferirsi a Torino. E’ stato il classe ’79 stesso a chiarirlo, nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Tuttosport: “La Juventus è una grande società, storica. Fin da subito avevo capito che la dirigenza aveva in testa un progetto ambizioso, aveva appena costruito il nuovo stadio per tornare a vincere in Italia e in Europa. Se lo vivi da dentro, come è successo a me nei primi 4 anni, non sei stupito del percorso e dei trionfi: quando si vince provi belle sensazioni e vuoi continuare a farlo. La Juve in questi anni è stata brava a volersi migliorare sempre“.

In seguito, sul miglior partner d’attacco per il neo acquisto Cristiano Ronaldo: “A Cristiano non so se piaccia fare l’unica punta, ama partire da sinistra e quindi ha bisogno di uno che giochi vicino a lui: Mandzukic è ideale“.

Nel corso delle prime tre giornate di campionato hanno fatto molto discutere le scelte del tecnico Massimiliano Allegri, che ha preferito tenere in panchina Paulo Dybala: “Le partite sono tante e lui ha grandi qualità. Accettare di non partire dall’inizio non è semplice per nessuno, Paulo farà di tutto per giocare il più possibile: se si mette ad allenarsi con la voglia di Ronaldo poi sarà difficile lasciarlo fuori. Quando non giochi vuole dire che devi fare qualcosa in più, deve metterci del suo: le qualità di Dybala non sono in discussione. Per diventare un giocatore fondamentale per la Juventus deve trovare qualcosa dentro di lui, lo deve fare prima di tutto per se stesso“.

Infine un commento su un possibile ritorno di Paul Pogba, che è sempre più lontano dal Manchester United: “Non mi stupirebbe perché la Juventus sta cercando i migliori e se uno va via non è detto che poi non possa ritornare“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy