Juventus-Ajax, Agnelli: “I Lancieri hanno meritato, la Champions rimane un obiettivo. Il futuro di Allegri…”

Juventus-Ajax, Agnelli: “I Lancieri hanno meritato, la Champions rimane un obiettivo. Il futuro di Allegri…”

Il presidente dei bianconeri ha parlato della pesantissima sconfitta subita contro i Lancieri

L’Ajax elimina la Juventus.

Il ritorno dei quarti di finale della Champions League ha visto i bianconeri ospitare i Lancieri tra le mura dell’Allianz Stadium. I padroni di casa erano passati in vantaggio grazie alla rete di Cristiano Ronaldo, ma gli ospiti sono riusciti a completare la seconda storica rimonta di questa edizione, trionfando per 2 a 1 grazie ai gol di Donny van de Beek e Matthijs de Ligt e conquistando così un posto in semifinale.

Al termine del match il presidente dei Campioni d’Italia in carica, Andrea Agnelli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, mostrando tutta la sua delusione per l’eliminazione subita e complimentandosi con gli avversari per la bellissima prestazione offerta questa sera: “La partita è stata bella con l’Ajax che ha meritato di passare il turno e a confermarlo ci sono le diverse occasioni da gol create. Da parte nostra c’è la consapevolezza che siamo da cinque o sei anni ai quarti di finale di Champions League, questo è anche un nostro orgoglio. Credo che gli olandesi abbiano meritato, non è la singola partita che rileva ma credo che bisognerebbe fare una considerazione complessiva. Siamo stati negli ultimi anni tra le prime otto d’Europa e quindi le valutazioni complessive non possono che essere positive. Ogni tanto bisogna anche fare i complimenti agli avversari, la delusione per la sconfitta c’è ma parliamo anche di una squadra che ha sconfitto Bayern Monaco e Real Madrid. Una squadra che ricorda il Monaco di qualche tempo fa, quando hai dei giovani così spavaldi può succedere di tutto. Bisognerà vedere che Ajax ci sarà tra due anni, quando i vari de Jong o de Ligt potrebbero salutare. Se andranno avanti vedremo dei ragazzi che due anni fa hanno giocato una finale europea, non sono i favoriti ma possono insidiare le bigLa Champions era un obiettivo e lo sarà anche l’anno prossimo. Questo è un undici che può crescere con Allegri in panchina che ha ancora un anno di contratto. Con lui ci siederemo con calma“.

 

 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy