Fabrizio Miccoli: “Tifosi rosa non meritano questi dispiaceri, il mio Palermo se la giocava con la Juve”

Fabrizio Miccoli: “Tifosi rosa non meritano questi dispiaceri, il mio Palermo se la giocava con la Juve”

L’ex capitano del Palermo alla vigilia della sfida contro la Juventus: “Il mio pensiero va ai tifosi rosanero, non meritano tutto questo. La salvezza? Adesso è dura”.

Commenta per primo!

Una sfida sulla carta proibitiva, in cui è difficile pensare a un esito diverso dalla vittoria della Juventus.

Il Palermo prepara il match che aprirà il programma della 25esima giornata del campionato di Serie A: venerdì sera i rosa saranno attesi allo Stadium, dove affronteranno la formazione di Allegri. Ne ha giocate tante, di queste partite, Fabrizio Miccoli, vincendone anche diverse. “Juventus-Palermo? Vista così è una partita già scontata, sinceramente non vedo come la Juve possa andare in difficoltà – dice l’ex capitano del Palermo a TuttoJuve -. Il mio Palermo se la giocava, lo avevamo anche dimostrato perché vincemmo tre anni consecutivi a Torino. Se non hai un gruppo forte, in quello stadio ci vinci forse una volta”.

Miccoli si dice dispiaciuto per le condizioni cui versa la squadra di Lopez. “Dispiace vedere un Palermo così, non merita la posizione di classifica che ha e il mio pensiero va soprattutto ai tifosi. Non meritano tutto questo“. Sulla salvezza, chance ridotte. “E’ dura salvarsi, sono 8 i punti dall’Empoli quartultimo e i ragazzi devono provarci. Dipenderà tutto dal Palermo, dovrà dare il massimo e sperare che i toscani facciano qualche passo falso”.

Uno sguardo anche in casa Juve. “Il 4-2-3-1 di Allegri? E’ stata un po’ una sorpresa vedere questo modulo, ma la grande voglia di sacrificio che sta mettendo Mandzukic su tutti sta sicuramente dando una mano alla squadra. Vedere quei quattro la davanti, come potenziale offensivo, è tanta ma tanta roba (ride ndr)”.

L’intervista si chiude con un pensiero su Paulo Dybala, con il quale Miccoli ha condiviso un’esperienza al Palermo. “Per le caratteristiche che possiede, penso che giocare dietro ad Higuain sia il ruolo più congeniale di Paulo poiché è molto bravo nell’uno contro uno così come lo è davanti alla porta. Lo è un po’ meno quando ha palla e si trova girato di spalle davanti alla porta, in quella circostanza Higuain lo sa fare meglio di lui. E’ il ruolo più adatto per lui”, conclude il Romario del Salento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy