Foggia shock, giocatori aggrediti con mazze e spranghe. Coppola: “Che vergogna, i tifosi sono riusciti ad entrare nel pullman e…”

Foggia shock, giocatori aggrediti con mazze e spranghe. Coppola: “Che vergogna, i tifosi sono riusciti ad entrare nel pullman e…”

Attimi di follia a Foggia.

2 commenti

I calciatori del Foggia di De Zerbi hanno temuto per il peggio ieri pomeriggio, quando – al rientro dalla trasferta di Andria (conclusasi con una sconfitta per 3-0) – il pullman della squadra rossonera è stato vittima di una violenta aggressione, davanti allo stadio Zaccheria.

L’episodio – Il pullman dei pugliesi sarebbe stato circondato da circa trecento tifosi, alcuni dei quali sono riusciti a forzare e ad accedere all’interno del veicolo. Imbarazzanti i dettagli raccontati dal responsabile dell’Associazione Italiana Calciatori della Lega Pro, Danilo Coppola. “Quello che è accaduto a Foggia è qualcosa di vergognoso. Al rientro dalla trasferta di Andria circa 300 persone, a volto coperto, hanno circondato il pullman della squadra. Una parte di loro è riuscita a entrare dentro il mezzo e li è successo di tutto – ha spiegato a Tuttolegapro -: i giocatori sono stati minacciati con mazze e spranghe, alcuni sono stati picchiati. Ad alcuni hanno rubato degli oggetti personali e altri hanno ricevuto sputi”.

Scappare da Foggia – Al termine dell’aggressione i calciatori, visibilmente scossi, avrebbero deciso di scappare da Foggia e, a loro spese, hanno scelto di alloggiare in hotel in una località segreta. “Ho sentito alcuni dei tesserati e li ho trovati impauriti – ha proseguito Coppola -. È una vergogna che ogni anno, dopo un paio di partite storte, si ripetano episodi del genere. Inoltre a Foggia è stato un avvenimento inaspettato: fino a poche settimane fa quella pugliese era considerata come una delle migliori piazze di Lega Pro, con una società sana, una squadra forte e una tifoseria numerosa – ha sottolineato -. E’ bastato un periodo di forma negativo per scatenare questa cieca violenza. Come Assocalciatori siamo e saremo molto vicini alla squadra e credo che potremmo mettere in atto delle iniziative eclatanti”.

Bloccare i campionati? – “Non so, è presto per parlarne ma è un’idea”, ha confessato il responsabile dell’AssoCalciatori della Lega Pro. “Intanto pensiamo all’immediato futuro: martedì la squadra dovrà disputare la semifinale di Coppa contro il Siena proprio a Foggia. Ma con queste condizioni ambientali disputare la sfida, al momento, sarebbe impossibile…”.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. luigi_420 - 11 mesi fa

    veramente una banda di bestie. Poi quando la squadra deve giocare in coppa se non sono capaci di capire che nelle partite che precedono la squadra deve preservarsi di malori e non faticare inutilmente; se non lo capiscono non hanno niente da fare attorno a squadre di calcio: dunque si deve trovare i colpevoli e impedirli a vita di avvicinare attivita sportive.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. lucar4_37 - 11 mesi fa

    Che questi fatti siano da condannare (anche molto severamente) con la galera e senza tanti patteggiamenti è fuori discussione. Quindi risparmiamoci i soliti moralisti contro il calcio ed i suoi risvolti morali e sociali. Tuttavia non diciamo sciocchezze come fermare i campionati o ritardare l’inizio delle partite o cavolate simili. Sono fatti isolati e devono restare tali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy