Ex Palermo: Gattuso sarà il nuovo ct del Kazakistan

Ex Palermo: Gattuso sarà il nuovo ct del Kazakistan

L’ex allenatore del Palermo pronto a una nuova avventura all’estero: dopo Sion e Ofi Creta, vicino alla panchina dei kazaki.

Commenta per primo!

Gennaro Gattuso si appresta a vivere la sua terza esperienza da allenatore all’estero.

Dopo Sion e Ofi Creta, l’ex tecnico del Palermo è vicino alla panchina della Nazionale del Kazakistan. A svelare i dettagli di un accordo per la prossima stagione (allo stato attuale Ringhio è alla guida del Pisa) l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport‘.

“Il futuro vicino di Ringhio Gattuso sembra portare piuttosto lontano, addirittura in Kazakistan, dove gli è stata fatta un’offerta importante: dalla capitale Astana, è arrivata infatti la chiamata per occupare il ruolo di commissario tecnico della nazionale. L’ex centrocampista del Milan e della Nazionale, oggi tecnico del Pisa in Lega Pro, è considerato l’uomo giusto – si legge sulla Rosea -. Fino al 1991 il Kazakistan non aveva una nazionale in quanto a tutti gli effetti faceva parte dell’Unione Sovietica. Poi i futuri giallocelesti, dal colore della bandiera, hanno militato nella Nazionale della Csi, la Confederazione degli Stati indipendenti, di cui ancora il Kazakistan fa parte. Dal 2002 è affiliato all’Uefa ed è stato sorteggiato nel Gruppo E per le qualificazioni al Mondiale di Russia 2018 insieme a Romania, Danimarca, Montenegro, Armenia e Polonia, contro cui esordirà in casa il prossimo 4 settembre. Dal punto di vista formale, Gattuso deve prima finire il campionato con il Pisa e poi definirà l’accordo a fine stagione. Non sarà un contratto ricchissimo, ma la motivazione che porterà Gattuso ad Astana sarà soprattutto il piacere che deriva da una nuova sfida. Il Kazakistan è attualmente al 116° posto nel ranking Fifa, quindi ha bisogno di una conduzione energica, nuova per risalire la china. Da Pisa le parole di Gattuso, che all’estero ha già allenato il Sion e l’Ofi Creta, confermano in qualche modo la svolta imminente della sua carriera. Il motivo dell’addio ai nerazzurri è Terravision, il gruppo che a gennaio ha acquistato metà delle quote di Fabrizio Lucchesi, dall’estate scorsa a capo della società”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy