Frosinone, Stellone: “Ci davano per morti a novembre, adesso qualcuno si spaventa”

Frosinone, Stellone: “Ci davano per morti a novembre, adesso qualcuno si spaventa”

Le parole del tecnico dei ciociari.

Commenta per primo!

“Qualcuno diceva che saremmo retrocessi già a novembre. Abbiamo fatto ricredere in molti e continuiamo a far spaventare qualche squadra”.

Roberto Stellone, tecnico del Frosinone, parla così a pochi giorni dalla partita contro l’Hellas Verona. I ciociari sono attualmente alla penultima posizione e promettono scintille in vista del finale di stagione. “In queste quattro partite in trasferta dobbiamo collezionare almeno quattro punti. Fuori casa non riusciamo ad imporci: alle volte abbiamo perso immeritatamente, come ad esempio al Braglia contro il Carpi, con un rigore che tutt’ora non riesco a spiegarmi; anzi, ce n’era uno netto a nostro favore – ha aggiunto l’allenatore dei ciociari a TMW Radio -. In casa, invece, riusciamo a contare su un pubblico fantastico. Qualche giorno fa ho detto ‘Basta errori arbitrali’? Sì, non correggo il tiro. In alcune partite abbiamo perso per torti arbitrali. Potevamo avere quattro-cinque punti in più: le sviste arbitrali a nostro sfavore iniziano ad essere tante. Resta il fatto che, quando meritiamo di perdere, lo dico: non mi attacco alla pioggia, al vento o ad altre scuse“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy