Vialli: “Spiego l’idea di Vazquez falso nueve. Preferisco Saponara, Mudo deve dimostrarmi di essere un top”

Vialli: “Spiego l’idea di Vazquez falso nueve. Preferisco Saponara, Mudo deve dimostrarmi di essere un top”

Le parole dell’ex attaccante di Sampdoria, Chelsea e Juventus.

Commenta per primo!

Gianluca Vialli ha parlato nel prepartita di Sky della situazione dei rosanero.

Nel pomeriggio gli uomini di Novellino affrontano l’Empoli al Castellani. “Il Palermo arriva da un momento molto complicato. Sappiamo tutto quello che è successo, tutti cambi che ci sono stati. Adesso Novellino sembra aver dato più serenità e la squadra potrebbe ripartire. Novellino fa tutto il contrario di quello che facciamo io e Amoruso nella trasmissione “Squadre da incubo”. I presidenti pensano spesso che serva per forza la scossa di un sergente di ferro, invece a volte la migliore soluzione è quella di dare serenità”.

La lotta per non retrocedere al momento non vede i padroni di casa coinvolti, ma un eventuale KO potrebbe cambiare le prospettive di questo finale di stagione. “Se dovesse perdere l’Empoli, considerando anche il contraccolpo psicologico, potrebbe rischiare – ha detto Vialli -. Altrimenti penso che Sampdoria e Genoa siano le squadre più avanti in classifica a doversi guardare alle spalle”.

QUI LE FORMAZIONI UFFICIALI DEL MATCH DEL CASTELLANI

Il capitano della Champions League della Juventus del 1996 ha commentato anche il nuovo modulo del Palermo, con Vazquez falso nueve. “In questi momenti di difficoltà di solito viene messo da parte il giocatore di qualità, invece Novellino toglie Gilardino e vuole che sia Vazquez ad avere le chiavi del gioco in avanti. Dovranno essere bravi i centrocampisti a inserirsi e rendersi pericolosi in zona gol. Tra il Mudo e Saponara preferisco quest’ultimo. Mi sembra che il giocatore dell’Empoli abbia dimostrato di valere tanto anche quando si impegna per la squadra, mentre Vazquez deve migliorare in fase di non possesso per dimostrare di essere da grande squadra”.

La formazione dei rosanero non prevede una punta vera, il sacrificato è stato Gilardino. “Io l’avrei presa bene al suo posto – ha spiegato Vialli –. Perché è più facile quando si tratta di una questione tattica, se mi avessero escluso per un altro attaccante con le mie caratteristiche mi sarei arrabbiato di più. Deve tenersi pronto, perché potrebbe fare la differenza a partita iniziata. Un pronostico per il match del Castellani? Per me sarà un pareggio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy