Il mistero dell’email falsa e degli annunci-bufala. Il Palermo Calcio sotto attacco nel giorno della cessione

Il mistero dell’email falsa e degli annunci-bufala. Il Palermo Calcio sotto attacco nel giorno della cessione

La società rosanero è stata ceduta, ma due eventi gravi hanno creato confusione tra i tifosi. Ecco cosa è successo

Nel giorno dell’annuncio della cessione del Palermo Calcio (leggi qui), due episodi hanno gettato confusione e creato dubbi nell’ambiente.

Due eventi gravi, non si sa se collegati, che hanno contribuito a frenare per un attimo gli entusiasmi dei tifosi e a fare infuriare la nuova e la vecchia proprietà. Cosa è successo? Facciamo chiarezza, ecco la ricostruzione degli eventi.

Dopo il comunicato stampa del Palermo Calcio di questa mattina, in cui si annunciava la cessione del 100% delle quote senza però rivelare il nome dell’acquirente, è arrivata ai giornali, a stretto giro di posta, una nota stampa attribuita ad una azienda che si intestava la paternità dell’operazione e si dichiarava come l’acquirente del club.

Molti giornali hanno così rilanciato la nota stampa e attribuito a questa azienda l’acquisizione del Palermo Calcio. Di seguito la falsa comunicazione:

“Si comunica che nella serata di ieri è stato raggiunto l’accordo definitivo, siglato da un Notaio, per l’acquisto da parte della Proto Group Ltd, società londinese quotata alla Borsa di New York come Protolabs PRLB. L’acquisto è avvenuto ad una cifra simbolica di 10 Euro. Ringraziamo il Dr. Zamparini per aver agevolato il passaggio di proprietà. Ci metteremo subito al lavoro per portare già con il mercato di Gennaio degli innesti importanti per la squadra”.

Colpo di scena: pochi minuti dopo il Palermo Calcio svela l’inganno, smentendo la circostanza e annunciando una denuncia attraverso un comunicato stampa ufficiale:

L’U.S. Città di Palermo comunica che il comunicato stampa diramato oggi dalla società Proto Group Ltd è assolutamente falso e privo di qualsiasi fondamento. La Società si riserva di adire le vie legali nei confronti dei responsabili di tale invenzione giornalistica a tutela della propria immagine ed onorabilità.

Ma non è finita qui. Dopo l’incredibile episodio, un’altra circostanza ha turbato la giornata dell’annuncio dei rosanero. Qualcuno si sarebbe introdotto nel sistema informatico del club di Viale del Fante e avrebbe fatto partire una email falsa. Un episodio gravissimo.

Anche in questo caso il Palermo Calcio ha chiarito subito con un comunicato stampa ufficiale in cui ha denunciato l’accaduto, annunciando nel contempo un altro esposto alle autorità.

L’U.S. Città di Palermo comunica di aver registrato alle 15.31 di oggi un accesso abusivo al proprio sistema informatico con la conseguente divulgazione di notizie false sulla già smentita cessione societaria alla Proto Group Ltd. La Società ha incaricato il proprio ufficio legale per denunciare immediatamente tale atto criminale alle autorità competenti. 

Questi due episodi incredibili hanno contribuito ad alimentare per l’intera giornata dubbi tra i tifosi rosanero, e sono tantissime le domande pervenute alla nostra redazione che chiedevano un chiarimento in modo da capire cosa stesse realmente succedendo. Il danno procurato è evidente in quanto l’annunciata cessione del club è stata delegittimata e messa in dubbio, alimentando teorie del complotto che sono diventate virali anche sui social.

Per ricevere le nostre notizie direttamente come messaggio privato su Messenger Facebook, iscriviti al nostro servizio gratuito cliccando qui https://m.me/MediagolNews

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy