Juventus-Ajax, Allegri: “C’è rammarico, le assenze hanno pesato. Futuro? Presto comunicherò la mia decisione”

Juventus-Ajax, Allegri: “C’è rammarico, le assenze hanno pesato. Futuro? Presto comunicherò la mia decisione”

Le parole del tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, a margine della sfida contro l’Ajax

L’Ajax batte la Juventus e strappa il pass per la semifinale.

Si ferma nuovamente ai quarti di finale il cammino dei bianconeri in Champions League. Dopo l’1-1 dell’andata, infatti, la Vecchia Signora è crollata all’Allianz Stadium sotto i colpi di un Ajax inarrestabile. Un’impresa firmata van de Beek e de Ligt: andati rispettivamente a segno al 34° e al 67°. Non basta dunque il Pallone d’Oro portoghese, la Juventus, è ufficialmente eliminata dalla Champions League.

Disfatta commentata dal tecnico Massimiliano Allegri, intervenuto ai microfoni di “Sky Sport”, al triplice fischio.

“Hanno meritato ampiamente per il secondo tempo. E’ stato un buon primo tempo in pressione, forse un po’ frenetico in possesso. Il calcio è bestiale, abbiamo preso un gol fortuito e da lì è subentrata paura. Ci siamo allungati perdendo le distanze, giocare una gara diversa e hanno meritato ampiamente. Quando arrivi in questa fase della stagione se hai tutta la rosa è meglio, giochi sui dettagli. Purtroppo son mancati a lungo Khedira, Douglas Costa e Cuadrado, Chiellini ha problemi e paghi a distanza ravvicinata. Dispiace per il secondo tempo, Kean ha dato profondità ma De Jong ha avuto più libertà e preso possesso. Futuro? Si abbiamo già accennato e comunicherò la mia decisione. Qualcuno a distanza di pochi giorni ha pagato e loro sono stati bravi a chiudere. Bravi nel primo tempo, meno nella ripresa. All’andata è stata più equilibrata. Ronaldo? Ronaldo ci ha dato molto durante la stagione. Quando giochi un quarto di finale serve la rosa a disposizione, per giocarsela bisogna essere al meglio. E’ da un mese e mezzo che recuperiamo giocatori, anche con l’Atletico eravamo in emergenza e non puoi portarla troppo alle lunghe. Quando superammo il Barcellona li battemmo con loro privi di Busquets, uno che determina. Oggi la difesa ha fatto una bella partita, tutti bene per 50 minuti poi ci siamo disuniti andando in bocca a loro”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy