Allegri torna su Real Madrid-Juventus: “Condannare Buffon? E’ un esempio da 20 anni. Ronaldo galattico…”

Allegri torna su Real Madrid-Juventus: “Condannare Buffon? E’ un esempio da 20 anni. Ronaldo galattico…”

Oggi Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, in conferenza stampa è tornato sulla partita di Mercoledì sera, difendendo Buffon per il suo comportamento post partita

Giudicare dall’esterno è facile, nelle situazioni bisogna trovarsi“.

Queste le parole di Massimiliano Allegri, a cui oggi è stato chiesto di tornare a parlare delle questioni relative alla partita di Mercoledì sera tra Real Madrid e Juventus, e in particolare delle parole che Buffon ha rivolto nei confronti dell’arbitro Oliver.

Gigi è un esempio da 20 anni dentro e fuori dal campo. Se per una volta, in una situazione difficile e complicata a 30 secondi dai supplementari, quando gli è stata tolta anche la possibilità di parare un rigore, fa un’esternazione, possiamo capirla. Io non lo condanno. Dalla poltrona di casa, senza emozioni e senza niente, giudicare Buffon e non capire a livello psicologico quello che in quel momento stava passando. Sfido chiunque a non avere una reazione. Giudicare da fuori è troppo facile“.

Sulla prestazione dell’arbitro: “Nei 90′ era stato molto bravo, ma ha beccato l’imprevisto ed è andato in confusione. Quello che posso dire è che l’unica cosa che in tutta la serata è stato il tempo di recupero: nel secondo tempo una sola sostituzione e nessun intervento dei medici, perché tre minuti?“.

Infine, non si tira indietro nel commentare la prestazione del Real Madrid: “E’ stata una grande partita contro una squadra galattica che non ha mollato anche nei momenti di difficoltà: basta guardare lo stacco di Ronaldo al 93′ e il rigore calciato a 135 km/h, altrimenti

 l’avrebbe preso
“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy