Venezia-Verona, Zenga: “Affronteremo i gialloblu con serenità. I divari tecnici? Possono essere annullati grazie a…”

Venezia-Verona, Zenga: “Affronteremo i gialloblu con serenità. I divari tecnici? Possono essere annullati grazie a…”

Le parole del tecnico del club neroverde, Walter Zenga, in vista del derby di Venezia

Non solo Inter-Milan.

A distanza di oltre dieci anni, infatti, il derby  tra Venezia ed Hellas Verona tornerà ad essere disputato. Lagunari e scaligeri si affronteranno, domani alle 15:00, allo stadio Pier Luigi Penzo. Match che vedrà inoltre esordire il tecnico, Walter Zenga, sulla panchina neroverde. Proprio l’ex Crotone, alla vigilia dell’attesissima sfida, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante la conferenza stampa svoltasi oggi: “Dobbiamo cercare rapidamente di capire tutto quello che ci circonda. Ho trovato un centro di allenamento che mi piace molto, con le attrezzature che permettono di lavorare bene. Quando si cambia allenatore qualcosa è successo precedentemente, dobbiamo ritrovare semplicità e serenità. Affrontiamo una squadra che è costruita per vincere il campionato. Ho parlato ai ragazzi dicendo che bisogna affrontare la partita con serenità, non c’è bisogno di caricare la partita in maniera assurda, per quanto riguarda me solo il tempo potrà dare la risposta”.

Infine, l’ex Palermo, si è soffermato a parlare del suo approdo a Venezia: “Nessuno ha la bacchetta magica. Il fatto che la gente mi acclami mi fa piacere, mi interessa il feeling e il fatto di poter lavorare in serenità. Mi è stata data questa opportunità, la voglio sfruttare nel modo migliore. Il Verona? Basta guardare i nomi, il paracadute che hanno preso dopo essere sceso in Serie B e hanno risorse completamente diverse. Ma i Mondiali i divari tecnici possono essere quasi annullati attraverso l’organizzazione. Abbiamo preparato la partita basandoci sulle nostre qualità. In pratica non faccio mai gli allenamenti a porte chiuse, non scopri niente e non ho mai pensato che ci fosse qualcosa di particolare. Potrei darle la formazione anche adesso, ma la do sempre un’ora e quaranta prima del fischio d’inizio. Con la tecnologia si fa tutto in cinque minuti. Di sicuro non ci sarà Andelkovic squalificato. Partiremo con la difesa a quattro, questo lo posso dire. Il portiere? Ne abbiamo tre, tutti bravi”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy