Venezia, Tacopina: “Esposto contro il Palermo? Se qualcuno bara, è nostro dovere tutelarci”

Venezia, Tacopina: “Esposto contro il Palermo? Se qualcuno bara, è nostro dovere tutelarci”

Le dichiarazioni rilasciate dal patron del Venezia al termine della sfida contro il Pescara: 2-2 il risultato finale

“Cosmi ha ragione, l’organizzazione dei calendari è ridicola”.

Parola di Joe Tacopina. Diversi sono stati i temi trattati dal patron del Venezia, intervenuto ai microfoni della stampa al termine della sfida contro il Pescara: dal momento della sua squadra, alla scelta di presentare un esposto a presidente e Procura Coni e FIGC chiedendo un giudizio immediato di esclusione dal campionato del Palermo, di recente deferito per irregolarità di gestione.

“Prima non sapevamo il numero di squadre che avrebbero partecipato, l’anno scorso non si capiva se il Palermo avrebbe fatto i playoff o meno, quest’anno siamo di nuovo in una situazione come questa. Il Foggia e il Livorno giocano lunedì e domenica sapendo già il nostro risultato. Credo che la squadra contro il Pescara abbia fatto un risultato spettacolare. Schiavone ha fatto il suo lavoro, è tornato il giocatore che conoscevamo. Pimenta mi ha sorpreso perché ha esordito con qualità, cuore e coraggio. La squadra ha fatto una prestazione davvero importante, sono orgoglioso dei miei ragazzi e sono convinto che questo sia lo spirito giusto per salvarci”, sono state le sue parole.

PALERMO – “L’esposto contro il Palermo? Voglio essere chiaro, non sono qui per farmi amici, se qualcuno bara o trucca le regole è nostro dovere tutelarci perché noi giochiamo secondo le regole. Che sia il Palermo o un’altra squadra non cambia, è doveroso avere un giudizio prima che si giochino i playoff o i playout”, ha concluso Tacopina.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. spargi49 - 10 mesi fa

    un’altra iena si aggiunge alle precedenti,Come mai nessuno si sogna di sindacare l’operato della Covisoc che ha esaminato è accettato una documentazione fasulla,segno che sono degli incompetenti,come minimo.Aspettiamo il giudizio definitivo dei giudici,se colpevoli andiamo in C D o al mare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silipo - 10 mesi fa

    Mi viene da ridere. La COVISOC è addetta alla verifica dei bilanci, tutti ok!
    Poi una procura della Repubblica di qualsiasi città apre un indagine, in attesa di sentenza, la procura sportiva condanna! Le nove “pecorelle” dovrebbero attendere….invece tradiscono una di loro, pur sapendo che se andassero ad approfondire i loro bilanci ci sarebbe da ridere o piangere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. kosamui_tha_84 - 10 mesi fa

    ma dico, al di la di meriti e demeriti, ma queste squadre ,questa gente lo scorso anno non si ribellava e non contestava combine del Parma calcio per vincere gara e del Frosinone che conosce arbitro dell’incontro finale con il Palermo ,e non parlare di quella vergogna in campo del lancio dei palloni dalla panchina , cerchiamo di essere onesti e sempre uguali nei giudizi soprattutto per un illecito finanziario effettuato da altre persone delle attuali ..da un delinquente chiamato Zamparini

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy