Serie B, Il Catania denuncia la FIGC: Roberto Fabbricini accusato di abuso d’ufficio

Serie B, Il Catania denuncia la FIGC: Roberto Fabbricini accusato di abuso d’ufficio

Le dichiarazioni dell’ad rossazzurro, Pietro Lo Monaco, a margine della denuncia presentata dal club etneo alla FIGC

Il Catania non si arrende.

Il caos in cui, quest’estate, sarebbero piombate Serie B e Serie C, sembra non volere cessare. La decisione della FIGC di cambiare il format della serie cadetta, portando il campionato da 22 a 19 squadre, continuerebbe a scatenare forti polemiche. Sarebbero infatti tante le società che avrebbero mostrato il proprio dissenso nei confronti dell’operato della Federcalcio, il cui commissario straordinario, Roberto Fabbricini, proprio questa mattina, sarebbe stato denunciato per abuso d’ufficio dal club di Antonino Pulvirenti.

Nell’atto giudiziario, consegnato negli uffici della Procura di Roma dal presidente del Calcio Catania Davide Franco e  dall’avvocato Cesare Plecanica, la società siciliana punterebbe il dito contro il segretario generale del CONI. Tuttavia, come confermato dall’ad Pietro Lo Monaco, Fabbricini non sarebbe ritenuto l’unico responsabile“Oltre il commissario straordinario della FGC anche coloro che dovessero avere concorso con lo stesso, per averlo istigato nella perpetrazione del reato di abuso di ufficio – ha detto il dirigente sportivo a “LaPresse” – Per il Catania la modifica delle “norme organizzative” ha permesso di fatto la creazione di “un girone di sole 19 squadre invece delle 22 previste dal format originale della Serie B”.

Di Giulia Marraffa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy