Palermo, Sporting Network prende le distanze dalla lettera della moglie di Zamparini: il comunicato del club

Il comunicato del club a seguito della lettera inviata della moglie di Maurizio Zamparini al presidente della FIGC, della Lega B ed al sindaco di Palermo

Giorni di attesa in casa Palermo.

Solo pochi giorni fa la l’annuncio: l’udienza presso la Corte Federale d’Appello che lo scorso giovedì avrebbe dovuto esaminare il ricorso del club di viale del Fante è stata rinviata al prossimo 29 maggio alle ore 16.30.

Una notizia inaspettata che ha scosso tutto l’ambiente rosanero, ansioso di conoscere quale sarà il proprio destino.

A poco più di una settimana di distanza dalla decisione della Lega di B di iniziare i playoff senza aspettare il secondo grado di giudizio del Palermo, Laura Giordani, moglie di Maurizio Zamparini, ha scritto una lettera aperta indirizzata al presidente della FIGC Gabriele Gravina, alla Lega B e al sindaco Leoluca Orlando, in cui ha espresso tutto il suo disappunto per i torti che l’ex patron e la città di Palermo starebbero ormai subendo da mesi.

Lettera da cui la Sporting Network, attraverso una nota diffusa attraverso il proprio sito di riferimento, ha voluto di fatto prendere le distanze.

Di seguito, il comunicato in questione:

“In merito a quanto pubblicato in data odierna sugli Organi di Stampa a firma della sig.ra Laura Giordani Zamparini, l’U.S. Città di Palermo e la Sporting Network srl, auspicando una celere definizione delle vicende giudiziarie che hanno interessato il sig. Maurizio Zamparini, intendono precisare di aver già autonomamente attivato ogni forma di tutela a difesa dei diritti del Club, della Proprietà e di tutta la Città di Palermo.

Le predette Società prendono le distanze dalle affermazioni della sig.ra Zamparini non condividendone il contenuto e la forma, ribadendo la propria fiducia negli Organi che a vario titolo dovranno rispondere con imparzialità ed indipendenza rispetto alla vicenda che ha coinvolto il Club ed auspicando una sua positiva definizione nel rispetto del principio di legalità e dei valori fondamentali dello sport”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy