Chievo, Pellissier e il suo addio al calcio giocato: “Questo il giorno più brutto della mia vita. Ringrazio la società per questi 19 anni insieme”

Chievo, Pellissier e il suo addio al calcio giocato: “Questo il giorno più brutto della mia vita. Ringrazio la società per questi 19 anni insieme”

Le parole dell’attaccate dei clivensi, Sergio Pellissier, a margine della gara contro la Sampdoria

Sergio Pellissier è pronto ad appendere gli scarpini al muro.

Questo pomeriggio ha disputato la sua ultima partita tra le mura del “Bentegodi”: stiamo parlando dello storico capitano del Chievo, Sergio Pellissier, che proprio questo pomeriggio ha salutato la tifoseria gialloblu a margine di quella che è stata l’ultima partita casalinga dei clivensi. Al termine della stagione, infatti, il classe 79 dirà addio al calcio giocato dopo una lunga carriera. Poche ma significative, le parole d’addio che Sergio Pellissier ha voluto riservare a quella che è stata la sua squadra per 19 anni:

“Che dire, non è facile trovare le parole. Un dovuto ringraziamento al presidente che mi ha sopportato per 19 anni; alla persona che mi ha portato al Chievo come Sartori che ha sempre creduto in me; a tutti i miei compagni del presente e del passato che mi hanno aiutato a crescere e a realizzare un sogno con tanti gol in Serie A; a tutti gli staff presenti e passati che sono stati amici nei momenti belli e brutti; a tutti i mister che ho avuto, ho imparato tanto da tutti. Un ringraziamento a chi non ha creduto in me, a coloro che avrebbero voluto smettessi prima: senza quelle persone non sarei ancora qua. Grazie a tutti i miei veri amici, che mi sono stati al fianco anche quando magari non giocavo più, e alla mia famiglia che mi ha sempre sostenuto. E per finire ai tifosi del Chievo, siete riusciti a trasformare il giorno più brutto della mia vita nel più bello, nonostante un’annata difficile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy