Benevento, Bucchi sicuro: “Esclusione Palermo? Per noi cambia poco, dimostreremo sul campo di essere i migliori”

Benevento, Bucchi sicuro: “Esclusione Palermo? Per noi cambia poco, dimostreremo sul campo di essere i migliori”

Le parole del tecnico dei sanniti, Cristian Bucchi, alla vigilia della sfida contro il Cittadella

Il Benevento si prepara a disputare i playoff.

Dopo un finale rovente di campionato che ha portato ad una clamorosa esclusione del Palermo dagli spareggi promozione con un conseguente slittamento della classifica, i sanniti, sono pronti a rimboccarsi le maniche per giocare quella che è a tutti gli effetti l’ultima chance di conquistare la promozione nella massima serie. Dal primo turno preliminare è emerso il Cittadella di Roberto Venturato: prossimo avversario dei pugliesi, terzi in classifica. Proprio alla vigilia del match del “Tombolato”, il tecnico Cristian Bucchi, ha parlato ai microfoni di “Calcioealtro.it” analizzando la sfida di domani.

“Arriviamo carichi. Il Cittadella arriva da diversi anni nei playoff. E’ una squadra fastidiosa, ma sono convinto che faremo benissimo. Il Cittadella non deve per forza raggiungere la Serie A, è molto carica come squadra e quando la testa va a mille lo vanno anche le gambe. “Asencio è stato male stanotte. Del Pinto è quello più indietro degli altri, ha lavorato ma non come speravamo. Goddard e Volpicelli non ci sono solo per un discorso numerico, è una trasferta anche abbastanza complicata. Già averlo con noi però è importante. Fisicamente stiamo complessivamente bene”.

Inevitabile la parentesi relativa al caso Palermo: “Per noi cambia poco. Deve prevalere la voglia di vincere e dimostrare di essere i migliori. Non faremo calcoli, giocheremo per fare un gol in più degli avversari”.

Chiosa finale sull’impiego della VAR: “Credo che sia una cosa su cui lavorare, perché nel bene o nel male è una cosa su cui lavorare. Dovremo abituarci velocemente, ma credo che sia una cosa che può avvicinare ad una gara pulita con meno interpretazioni e più dati oggettivi. Il calcio in partite così ha bisogno di garanzie”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy