Torino-Lazio, Mazzarri: “Creato lo spirito giusto, continuiamo su questa strada. Mercato? Ecco cosa chiederò alla società”

Torino-Lazio, Mazzarri: “Creato lo spirito giusto, continuiamo su questa strada. Mercato? Ecco cosa chiederò alla società”

Le dichiarazioni del tecnico granata, Walter Mazzarri, a margine della sfida contro la Lazio

Il Torino batte la Lazio nell’ultimo match della regular season.

Brillano i granata nella trentottesima giornata di Serie A. Nella giornata dell’addio al calcio giocato di Emiliano Moretti, gli uomini di Walter Mazzarri, salutano il difensore maturando una significativa vittoria contro la Lazio di Simone Inzaghi. Risultato che, malgrado risulti praticamente inutile ai fini della classifica, permette ai piemontesi di chiudere nel modo migliore una stagione importante che ha portato il Torino ad un passo dalla qualificazione in Europa League.

Successo analizzato dal tecnico Walter Mazzarrial triplice fischio.

“Quando sono arrivato c’era un momento di depressione, non era facile pensare che dopo più di un anno si ritrovasse quel connubio tra squadra e tifosi che mi ha riempito di orgoglio e di gioia. Lo stesso Moretti che qui ha avuto delle ottime soddisfazioni, ha citato la partita di Empoli come una dei ricordi più belli qui. Essere riuscito a creare questa bella festa non era facile, questo ci responsabilizza ancora di più per il futuro, ma questa è la strada giusta”.

Infine, l’allenatore, si è soffermato a parlare della questione relativa al mercato in entrata e in uscita: “Ogni anno ha la sua storia, per questo dico che quello che abbiamo fatto quest’anno ci . Chiederò alla società che i migliori di quest’anno rimangano. Quelli dello zoccolo duro devono rimanere tutti. Io ho detto ai ragazzi che meritano di essere confermati tutti, anche quelli che hanno giocato meno. Su questa rosa dobbiamo fare 3 acquisti mirati che nei 14/15 titolari che possano competere per giocare dall’inizio. Vuol dire che la rosa potrebbe essere più forte qualitativamente e più ampia. Le scelte fatte a gennaio qualcuno non le ha capite, ma abbiamo fatto un lavoro importante sugli uomini più che sui calciatori. E si è vista un’anima e i tifosi l’hanno percepito, abbiamo creato lo spirito Toro”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy