Torino-Atalanta, Cairo: “Abbiamo del potenziale inespresso. Orobici? Battuti con le loro stesse armi…”

Le dichiarazioni del numero uno del Torino, Urbano Cairo, a margine della gara contro la Dea

“Sono contento per l’aggressività e l’intensità che abbiamo mostrato oggi, oltre ai gol fatti e alle occasioni da rete avute. Abbiamo battuto l’Atalanta proprio con le sue stesse caratteristiche, sui suoi stessi binari, e questo mi ha fatto davvero piacere perché era una partita attesissima”.

Così il presidente del club granata, Urbano Cairo, ha commentato il successo maturato dalla sua squadra contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Vittoria che ha permesso al Torino di agganciare al sesto posto gli orobici e di inanellare il quinto risultato utile consecutivo.

“Quel che conta è che nelle ultime cinque partite non abbiamo mai preso gol, vincendo tre volte e mostrando grande compattezza. Sono convinto però che si possa fare ancora meglio. Avere del potenziale inespresso è sicuramente positivo”.

Il presidente del club piemontese si è inoltre espresso sulla prestazione offerta da due ex rosanero: Andrea Belotti e Salvatore Sirigu. “Belotti? È sempre un combattente indomito, ma ogni volta gli mettono addosso tre giocatori e non è facile. Lui non solo ha una grande forza fisica, ma anche grandi qualità tecniche. Oggi mi sono piaciuti lui, così come Meité, Izzo, Baselli e tutti gli altri. Sirigu è imbattuto da cinque partite, ma mi ha detto che ancora non ha superato il suo record di Parigi. Abbiamo quindi ancora tanto da fare per raggiungerlo”.

Inevitabile la parentesi relativa all’esordio del giovanissimo Vincenzo Millico: “Mi ha fatto piacere, oggi ha potuto assaggiare l’atmosfera della Serie A e sono felice per lui. Per noi avere dei giovani della Primavera che esordiscono in prima squadra è molto importante, un fattore d’orgoglio“.

Chiosa finale sulla seconda squadra: “Stiamo valutando già dallo scorso anno questa ipotesi, vedremo. Ci stiamo pensando, si tratterà di capire anche a livello di Federazione se si andrà avanti o meno con questo progetto. Ho sentito pareri contrastanti. A me sembrano una cosa buona, non so perché ci sia stato questo rallentamento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy