Serie A, Juventus-Sampdoria 2-1: doppietta di CR7, la Var nega il pareggio ai blucerchiati

Serie A, Juventus-Sampdoria 2-1: doppietta di CR7, la Var nega il pareggio ai blucerchiati

Il commento della sfida tra i bianconeri e i blucerchiati, valida per la diciannovesima giornata di Serie A

La Juventus soffre ma riesce a ritrovare la vittoria.

Nell’ultimo match del 2018 i bianconeri sono riusciti a battere anche la Sampdoria, che nonostante la buonissima prestazione non è riuscita a fermare i Campioni d’Italia in carica. I padroni di casa partono subito fortissimo e passano in vantaggio dopo solo due minuti grazie a Cristiano Ronaldo, che riceve da Paulo Dybala e calcia a giro con il destro beffando Emil Audero1 a 0. Gli ospiti però non si arrendono e provano a reagire, trovando il gol del pari al 34′: Emre Can tocca la palla con il braccio all’interno dell’area, l’arbitro controlla con l’ausilio della Var e assegna il calcio di rigore per gli uomini di Marco Giampaolo. Dal dischetto va Fabio Quagliarella che con lucidità spiazza Mattia Perin, segnando per la nona giornata consecutiva ed eguagliando così il record conquistato da David Trezeguet nel 2005.

Nel secondo tempo gli uomini di Massimiliano Allegri trovano però nuovamente la rete del vantaggio: al minuto 61 Alex Ferrari tocca con il braccio all’interno dell’area, Paolo Valeri non ha dubbi e assegna il calcio di rigore dopo aver consultato nuovamente la Var. Dagli undici metri va come sempre CR7 che calcia centrale e raggiunge quota 14 gol in campionato, 2 a 1.

Negli ultimi minuti la Sampdoria riesce a trovare la rete del 2 a 2 con Riccardo Saponara, che approfitta dell’errore di Perin e calcia con il mancino trovando l’incrocio dei pali: i blucerchiati non hanno però nemmeno il tempo di esultare che Valeri annulla a causa della posizione irregolare del classe ’91 al momento del tocco di Gregoire Defrel.

La Juventus conquista tre punti dopo il pareggio ottenuto la scorsa giornata contro l’Atalanta e raggiunge quota 53 punti, record assoluto del campionato: il Napoli adesso sarà obbligato a trionfare contro il Bologna per rimediare all’errore commesso contro l’Inter e tentare di tenere il passo dei bianconeri, sempre più lanciati verso la vittoria finale del titolo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy