Sampdoria, Giampaolo ammette: “Il derby arriva nel momento migliore. Juventus? Vince quando e dove vuole…”

Sampdoria, Giampaolo ammette: “Il derby arriva nel momento migliore. Juventus? Vince quando e dove vuole…”

Le parole dell’allenatore dei liguri, Marco Giampaolo, relative alla pesante sconfitta maturata contro i capitolini

La Sampdoria matura il suo terzo ko consecutivo.

Non riescono a rialzare la testa i blucerchiati che, dopo appena 19′, subiscono il primo gol della gara per poi piegarsi definitivamente ad una Roma apparsa affamata e desiderosa di fare punti. Termina con il risultato di 4-1 il match contro i giallorossi, andato in scena ieri pomeriggio allo stadio Olimpico. 

Intervenuto a margine della 27^ edizione della “Panchina D’Oro, il tecnico Marco Giampaolo, ha analizzato la prestazione offerta dai suoi ai microfoni di “Tuttomercatoweb”.

“Potrebbe andare meglio il nostro campionato – ha ammesso l’allenatore – Soprattutto nelle ultime due partite dove abbiamo maturato due sconfitte. Ancora è lunga, la squadra ha sempre saputo venir fuori dai momenti di difficoltà. E sono momenti che possono capitare a tutte le squadre, tranne alla Juve. Cosa succede alla difesa della Samp? In queste ultime due giornate abbiamo fatto troppi errori e dobbiamo capire il perché. Forse è stata mancanza di attenzione. Andersen? È un freddo di natura, non credo possa subire un condizionamento, perché i giocatori se sono forti, lo sono anche di testa. Qual è il nostro obiettivo? Quello di migliorarsi e fare meglio dell’anno precedente. Alzare l’asticella, superare se stessi. Tutti dobbiamo essere ambiziosi, i sogni non vanno mai spezzati. Gli esoneri in serie A? Non si può giudicare dall’esterno, quando c’è un esonero il club evidentemente ha i suoi motivi. Ognuno racconta le proprie ragioni, conosciamo in minima parte quello che succede in un club. Il derby? Vale tanto, arriva nel momento migliore. Sono contento quando si giocano queste partite.

Infine, l’allenatore dei liguri, si è soffermato a parlare della corsa per l’Europa League:Molte volte la classifica si fa con gli investimenti fatti. A volte però c’è chi è più bravo perché magari spende meno e costruisce squadre migliori. La Fiorentina è un’ottima squadra, tolta lei c’è il Torino e il Sassuolo che gioca un buon calcio. Ci sono squadre che hanno delle potenzialità. Vedo un campionato molto equilibrato, l’unica che fa differenza in maniera seria è la Juve che decide di vincere quando e come vuole”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy