Roma, Monchi ammette: “Non sono qui per vendere. Mercato di gennaio? Se bisogna fare tanto è perchè in estate…”

Roma, Monchi ammette: “Non sono qui per vendere. Mercato di gennaio? Se bisogna fare tanto è perchè in estate…”

Le parole del direttore sportivo del club capitolino, Monchi, relative al momento vissuto dalla Roma

Parola al d.s. della Roma, Monchi. 

Traccia un bilancio del 2018 il direttore sportivo giallorosso, soffermatosi, durante un’intervista concessa ai microfoni di “Sky Sport”, sullo spinoso tema relativo al mercato di gennaio. Un argomento che il dirigente ha affrontato, a poche settimane dall’apertura di quest’ultimo.

“Nel mio primo anno abbiamo raggiunto un risultato ottimo – ha ammesso Monchi  adesso invece è ancora presto per sapere come finiremo, perché siamo ancora vivi in tutte le competizioni. Penso che i bilanci si facciano alla fine della stagione, ma qualcosa ho sbagliato. E se succede, sbaglio io. Pallotta infatti, mi ha detto che questa è la mia squadra, la mia Roma. Sul mercato di gennaio? Tutti aspettano che prenda 3-4 giocatori che diventeranno importanti, invece per me il mercato di gennaio non cambia tanto una squadra, è per fare piccole cose. Se bisogna fare tanto, vuol dire che si è sbagliato in estate. I tifosi hanno ragione, e quelli della Roma di più, perché è vero che quando si tifa una squadra così bisogna vincere qualcosa”.

Non sono venuto qui per vendere Salah, Rudiger o altri – ha continuato il ds –  ma inizialmente per sistemare i numeri, poi piano piano l’anno scorso abbiamo fatto un mercato normale o almeno quello che pensavo fosse normale e buono per il club. L’ho fatto sempre puntando su giovani e giocatori fatti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy