Roma-Cagliari, Maran: “C’è voglia di fare bene, ecco cosa ci ha insegnato la partita dell’andata. Faragò? La sua assenza…”

Roma-Cagliari, Maran: “C’è voglia di fare bene, ecco cosa ci ha insegnato la partita dell’andata. Faragò? La sua assenza…”

Le parole del tecnico rossoblu, Rolando Maran, alla vigilia della sfida contro i giallorossi

Domani pomeriggio, la Roma di Claudio Ranieri ospiterà il Cagliari all’Olimpico, nel match valido per la 34^ giornata di Serie A.

Dopo la vittoria con il Frosinone, gli uomini di Rolando Maran, saranno chiamati a scendere in campo per affrontare i giallorossi in trasferta. Confronto che darà la possibilità, ad entrambe le compagine, di conquistare preziosi punti per centrare i propri obiettivi stagionali. Ne è certo il tecnico del Cagliari che, intervenuto in conferenza stampa, ha affrontato il tema relativo alla lotta salvezza che vede ancora coinvolta la sua squadra: decima in classifica a quota 40 punti.

“È stata una settimana vissuta con grande entusiasmo dopo la vittoria contro il Frosinone. C’è ancora da correre per avere la matematica certezza della salvezza e poi cercare l’entusiasmo giusto per consolidare questo bel percorso. Abbiamo le giuste motivazioni. C’è voglia di far bene e consolidare questo piazzamento. Gli infortuni? Castro e Klavan, Cerri era ammalato mentre Faragò è squalificato”. 

“Tutti possono dare un gran contributo – ha ammesso l’allenatore in conferenza stampa –  Chi viene chiamato in causa risponde nel migliore dei modi sempre. Non sarà una partita facile perché loro si giocano un grande obiettivo e ci metteranno in difficoltà. Dovremo essere bravi a ribattere colpo su colpo a loro. Coprono bene il campo, baricentro alto, non ti fanno giocare. C’è grande rispetto, ma dobbiamo pensare a fare il nostro. Cosa cambia da Di Francesco a Ranieri? Difficile dirlo, sono due bravissimi allenatori, difficile fare paragoni. Questa Roma copre bene il campo e concede davvero poco. La partita dell’andata? Le partite non finiscono mai, quello ci ha insegnato, abbiamo colto un risultato quasi insperato, l’avevamo riacciuffata con grande merito”. 

Chiosa finale sullo stato di forma del Cagliari: “Il decimo posto? Il presidente ha detto cose giuste. Siamo decimi e c’e voglia di mantenere questa posizione. Io poi aggiungo che non va perso di vista l’obiettivo che abbiamo quasi raggiunto, che é la salvezza. L’assenza di Faragò? Stava facendo molto bene, ci ha dato equilibrio però chi andrà in campo ci darà modo di sfruttare le proprie caratteristiche. Padoin o Deiola al suo posto? Vediamo, non ci sono solo loro… Oliva? Dispiace ripetermi su di lui, è un mediano davanti alla difesa e la mezz’ala non é il suo ruolo. In mezzo sta avendo continuità Cigarini e Oliva sapevamo che sarebbe arrivato anche in ottica futura”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy