Napoli, Insigne confessa: “La fascia mi rende orgoglioso. Europa League? Vogliamo la finale…”

Le dichiarazioni dell’attaccante del Napoli, Lorenzo Insigne, relative al successo maturato ieri pomeriggio contro lo Zurigo

italia

Il Napoli trionfa contro lo Zurigo e si qualifica agli ottavi di finale di Europa League.

Gli azzurri tornano a sorridere dopo la beffarda eliminazione dalla Champions League avvenuta, solo qualche mese fa, per un gol di differenza col Borussia Dortmund. Proprio all’indomani della vittoria conquistata al San Paolo contro gli svizzeri, il capitano Lorenzo Insigne, non ha nascosto le ambizioni della sua squadra.

“Crediamo di poter fare strada in Europa League, l’obiettivo è la finale – ha ammesso l’attaccante –  Abbiamo giocato con la giusta determinazione – spiega a Radio Kiss Kiss – Ancelotti ci ha chiesto di avere massima concentrazione e di spingere sin da subito. Ci siamo riusciti e siamo fiduciosi di poter continuare il cammino in Europa. Questo è un gruppo solido che crede nelle proprie potenzialità. Lavoriamo tanto e so quanti sacrifici abbiamo fatto in questi anni per poter crescere. Ora abbiamo la possibilità di puntare a un grande trofeo e ce la metteremo tutta per arrivare in fondo”.

Inevitabile la parentesi relativa alla squalifica rimediata nel match contro il Torino, che gli impedirà di prendere parte alla sfida di domenica prossima contro il Parma: “Domenica sarà la volta della sfida di Parma per il Napoli, ma non per Insigne indisponibile per squalifica. “Mi dispiace non poter essere con i miei compagni, ma sono certo che faremo una grande gara. Parma è un campo difficile e dovremo esprimerci al massimo. Alla Juventus penseremo dopo. Stiamo creando tanto, ma concretizziamo poco. La responsabilità è anche nostra e stiamo curando i minimi dettagli per poter crescere anche in fase realizzativa. Cercheremo di tornare brillanti sotto porta, ma devo dire che spesso basterebbe avere un pizzico di fortuna in più”.

Chiosa finale sulla fascia da capitano ricevuta, dallo stesso Insigne, dopo la partenza di Marek Hamsik: “E’ un orgoglio per me e sento anche la responsabilità di essere capitano. Ho fatto tanti sacrifici nella mia vita per raggiungere questo premio che mi rende fiero. Sono napoletano e ho questa squadra nel cuore. Io penso che tutti insieme, squadra e tifosi, possiamo conquistare qualcosa di molto importante unendo le nostre forze”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy